Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

463. A Carafa Francesco, Cardinale [o a Caracciolo Costanzo, Cardinale?].

Richiede la sua mediazione per evitare la divisione.

 

Nocera, 28. 08. 1780.

 

"Ritrovandomi io nell'età cadente di anni ottantacinque, ed attratto nella persona, volesse Iddio, e non fossi storpio, perché potrei parlare al Re, essendo storpio non posso, e fo una vita molto afflitta.

Avendo individuate le cose, e scorgendo, che ora la maggior guerra me la fanno alcuni de' nostri, specialmente della Casa di Frosinone, i quali vorrebbero veder divisa la Congregazione con due Rettori Maggiori. A me poco importa, perché vicino alla fossa; ma mi dispiace in tal modo veder ruinata la Congregazione.

Prego l'Eminenze vostre riparar quanto possono questa ruina, col non permettere la divisione, e baciando umilmente le loro sacre porpore, e raccomandando alla loro protezione l'afflitta mia Congregazione, e me miserabile nel mezzo di tante angustie. "

 

Pubblicata parzialmente in Tannoia, Vita di S. Alfonso, Lib. IV, cap. 22, p. 112.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos