Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Massime eterne

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 390 -


Meditazione1 per lo giovedì - DEL2 GIUDIZIO FINALE

Considera, come appena l'anima uscirà dal corpo, che sarà condotta innanzi al tribunale di Dio, per essere giudicata. Il giudice è un Dio onnipotente, da te maltrattato, adirato al sommo. Gli accusatori sono i demonii nemici: i processi i tuoi peccati: la sentenza è inappellabile: la pena un inferno. Non vi sono più compagni, non parenti, non amici;3 fra te e Dio te l'hai da vedere. Allora scorgerai la bruttezza


- 391 -


de' tuoi peccati, né potrai scusarli come ora fai. Sarai esaminato sopra i peccati di pensieri, di parole, di compiacenze, d'opere, d'omissione e di scandalo. Tutto si ha a pesare4 in quella gran bilancia della divina giustizia, ed in una cosa, in cui5 ti troverai mancante, sarai perduto.

Gesù mio e giudice mio,6 perdonami, prima che m'hai7 da giudicare.

Considera, come la divina giustizia dovrà giudicare tutte le genti nella valle di Giosafatte, quando (finito il mondo) risusciteranno i corpi per ricevere insieme coll'anima il premio o la pena, secondo le opere loro. Rifletti, come se ti danni, ripiglierai8 questo tuo medesimo corpo, che servirà per eterna prigione dell'anima sventurata. A quell'amaro incontro l'anima maledirà il corpo, e 'l corpo maledirà l'anima; sicché l'anima ed il corpo, che ora si accordano in cercar piaceri proibiti,9 si uniranno a forza dopo morte per essere carnefici di se stessi.10 All'incontro se ti salvi, questo tuo corpo risorgerà tutto bello, impassibile e risplendente:11 e così in anima e corpo sarai fatto degno della vita beata. E così finirà la scena di questo mondo. Saran finite allora tutte le grandezze, i piaceri, le pompe di questa terra; tutto è finito. Vi restano solo due eternità, una di gloria e l'altra di pena; l'una beata e l'altra infelice: l'una di gaudii e l'altra di tormenti. Nel paradiso i giusti, nell'inferno i peccatori. Povero allora chi avrà amato il mondo, e per li miseri gusti di questa terra avrà perduto tutto, l'anima, il corpo, il paradiso e Dio.

Considera l'eterna sentenza. Cristo giudice si volterà contra i reprobi e loro12 dirà: L'avete finita, ingrati, l'avete finita? È già venuta l'ora mia, ora di verità e di giustizia, ora di sdegno13 e di vendetta. Su, scellerati, avete amata la maledizione, venga sopra di voi: siate maledetti nel tempo, maledetti nell'eternità. Partitevi dalla mia faccia, andate privi d'ogni bene e carichi14 di tutte le pene al fuoco eterno. «Discedite a me, maledicti, in ignem aeternum» (Matth. 25.41). Dopo15 Gesù si volterà agli eletti, e dirà: Venite voi figli miei benedetti, venite a possedere il regno de' cieli a voi apparecchiato. Venite, non più per portare dietro di me la croce, ma insieme con me la corona. Venite ad essere eredi delle mie ricchezze, compagni della mia gloria; venite a cantare in eterno le mie misericordie: venite dall'esilio alla patria, dalle miserie


- 392 -


alla gioia,16 venite dalle lagrime al riso, venite dalle pene all'eterno riposo: «Venite, benedicti Patris mei, possidete paratum vobis regnum».17 Gesù mio, spero anch'io d'esser uno di questi benedetti. Io v'amo sopra ogni cosa; beneditemi da quest'ora.

E beneditemi voi, Madre mia Maria.




1 [22.] Meditazione) Considerazione NPe NG; per lo) per il VR BR.



2 [23.] Del giudizio) Il giudizio NPe.



3 [29.] non amici, om. NPe NG.



4 [3.] a pesare) da pesare Cp.



5 [4.] cosa in cui) cosa che NPe NG.



6 [5.] e giudice mio, om. NPe.



7 [5.] m'hai) mi avrai NPe; prima che m'hai da giudicare, om. NG.



8 [9.] ripiglierai) piglierai NPe NG.



9 [12.] proibiti, om. NPe. NG.



10 [13.] se stessi) se medesimi NPe NG.



11 [15.] e risplendente, om. NPe NG.



12 [24.] loro) lor NPe NG.



13 [25.] sdegno) furore NPe NG.



14 [28.] e carichi) carichi NPe.



15 [29.] Dopo) poi NPe NG.



16 [1.] gioia) gioie NPe NG.



17 [3.] Matth., 25, 34.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos