Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Meditaz. per l'ottava di Natale

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 222 -


Affetti e preghiere.

Caro mio Salvatore, voi siete il re del cielo, il re de' regi, il Figlio di Dio, e come poi vi vedo in questa grotta da tutti abbandonato? Altro non vedo che v'assista che Giuseppe e la vostra santa Madre. Desidero di venire anch'io ad unirmi con essi a tenervi compagnia. Non mi sdegnate. Io non lo merito, ma sento che voi con dolci voci al cuore a ciò m'invitate. Sì vengo, amato mio Bambino; lascio tutto per istarmene da solo a solo con voi in tutta la mia vita, caro mio romitello, unico amore dell'anima mia.

Pazzo, io per lo passato v'ho abbandonato e lasciato solo, o Gesù mio, mendicando piaceri miseri e avvelenati dalle creature; ma ora illuminato da]la vostra grazia altro non desidero che starmene solitario con voi che solitario volete vivere in questa terra. Quis dabit mihi pennas sicut columbae? [et] volabo et requiescam (Ps. LIV, 7). Ah chi mi dasse il poter fuggire da questo mondo, dove tante volte ho trovata la mia ruina! fuggire e venire a starmene sempre con voi che siete il gaudio del paradiso e siete il vero amante dell'anima mia. Deh ligatemi a' piedi vostri, acciocché non mi parta più da voi e resti felice a tenervi continua compagnia! Deh per li meriti della vostra solitudine nella spelonca di Betlemme, donatemi un continuo raccoglimento interno, sì che l'anima mia diventi una solitaria celletta, dove io non attenda che a conversare con voi: con voi consigli tutti i miei pensieri, tutte le azioni; a voi dedichi tutti gli affetti; quivi sempre v'ami, e sospiri d'uscire dalla carcere di questo corpo per venire ad amarvi


- 223 -


alla svelata in cielo. V'amo, bontà infinita, e spero di sempre amarvi nel tempo e nell'eternità.

O Maria, voi che tutto potete, pregatelo che m'incateni col suo amore, e non permetta ch'io abbia mai più a perdere la sua grazia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos