Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Meditaz. per li giorni dell'Avvento

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 153 -


Affetti e preghiere.

Ah mio eterno Dio, io v'ho disonorato posponendo tante volte la vostra volontà alla mia, e la vostra santa grazia alle vili e misere mie soddisfazioni. Quale speranza vi sarebbe di perdono per me se voi non mi aveste dato Gesù Cristo appunto a questo fine, acciocché fosse la speranza di noi peccatori? Ipse est propitiatio pro peccatis nostris.3 Sì, perché Gesù Cristo sacrificandovi la vita in soddisfazione delle ingiurie che noi vi abbiamo fatte, egli vi ha dato più onore, che noi non vi abbiamo recato di disonore co' nostri peccati. Ricevetemi dunque, o Padre mio, per amore di Gesù Cristo.

Mi pento, o bontà infinita, di avervi oltraggiata: Pater, peccavi in caelum et coram te; [iam] non sum dignus vocari filius tuus.4 Io non son degno di perdono, ma è degno Gesù Cristo d'essere da voi esaudito. Egli vi pregò un giorno per me sulla croce: Pater, ignosce;5 ed ora anche in cielo vi sta dicendo che mi riceviate per figlio: Advocatum habemus... Iesum Christum qui etiam interpellat pro nobis.6 Ricevete un figlio ingrato che prima v'ha lasciato, ma ora ritorna risoluto di volervi amare.

Sì, Padre mio, io v'amo e voglio sempre amarvi. Ah Padre mio, ora che ho conosciuto l'amore che mi avete portato e la pazienza che avete avuta con me per tanti anni, io non mi fido di vivere più senz'amarvi. Datemi voi un grande amore che mi faccia sempre piangere i disgusti che ho dati a voi, Padre mio


- 154 -


così buono, e mi faccia sempre ardere d'amore verso un Padre così amante. Padre mio, io v'amo, io v'amo, io v'amo.

O Maria, Dio è il padre mio e voi siete la madre mia. Voi potete tutto con Dio: aiutatemi, impetratemi la santa perseveranza e 'l suo santo amore.




3 I Io. II, 2.



4 Luc. XV, 18, 19; XV, 21.



5 Pater, dimitte illis. Luc. XXIII, 34.



6 Advocatum habemus apud Patrem, Iesum Christum iustum. I Io, II, 1. - Christus Iesus... qui etiam interpellat pro nobis. Rom. VIII, 34. - Semper vivens ad interpellandum pro nobis. Hebr. VII, 25.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos