Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Meditaz. per li giorni dell'Avvento

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 174 -


Affetti e preghiere.

O amabile e dolce mio Bambino, benché vi miri così povero su questa paglia, io vi confesso e vi adoro per mio Signore e Creatore. Intendo chi vi ha ridotto a stato così miserabile; è stato l'amore che mi avete portato. Ricordandomi poi, o Gesù mio, com'io vi ho trattato per lo passato, l'ingiurie che vi ho fatte, mi maraviglio come abbiate potuto sopportarmi. Maledetti peccati, oh Dio, che avete fatto? mi avete fatto amareggiare il cuore di questo innamorato mio Signore. Deh mio caro Salvatore, per i dolori che soffriste e per le lagrime che spargeste nella stalla di Betlemme, datemi lagrime, datemi un gran dolore che mi faccia piangere in tutta la mia vita i disgusti che vi ho dati. Datemi amore verso di voi; ma un amor tale che compensi le offese che vi ho fatte. V'amo, mio picciolo Salvatore, v'amo mio Dio bambino, v'amo amor mio, mia vita, mio tutto. Vi prometto da qui avanti di non amare altro che voi. Aiutatemi voi colla vostra grazia, senza cui non posso niente.

Maria, speranza mia, voi ottenete quanto volete da questo Figlio, impetratemi il suo santo amore. Madre mia, esauditemi.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos