Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Meditazioni...giorni della novena

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 190 -


Affetti e preghiere.

Signor mio, volete sapere da me come mi son portato con voi nella mia vita? Da che cominciai ad aver l'uso della ragione, io cominciai a disprezzare la vostra grazia ed il vostro amore. Ma voi ben lo sapete meglio di me; ma mi avete sopportato perché ancora mi volete bene. Io fuggiva da voi, e voi mi siete venuto appresso chiamandomi. Quello stesso amore che vi fe' scender dal cielo per venire a cercar le pecorelle perdute, quello ha fatto che voi tanto mi sopportaste e non m'abbandonaste. Gesù mio, ora voi mi cercate ed io cerco voi. Sento che la vostra grazia m'assiste: m'assiste col dolore de' miei peccati che abborrisco sopra ogni male: m'assiste con farmi sentire un gran desiderio d'amarvi e darvi gusto.


- 191 -


Si, mio Signore, vi voglio amare e compiacer quanto posso. Mi timore, è vero, da una parte la mia fragilità e debolezza contratta per causa de' miei peccati; ma è più grande la confidenza che la vostra grazia mi dona facendomi sperare ai meriti vostri; onde mi fa dire con animo grande: Omnia possum in eo qui me confortat.2 Se io son debole, voi mi darete forza contro i nemici: se sono infermo, spero che il vostro sangue sarà la mia medicina: se son peccatore, spero che voi mi farete santo. Conosco che per lo passato io ho cooperato alla mia rovina, perché ho lasciato nei pericoli di ricorrere a voi. Da oggi avanti, Gesù mio e speranza mia, a voi voglio sempre ricorrere; e da voi spero ogni aiuto, ogni bene. Io v'amo sopra ogni cosa né voglio amare altro che voi. Aiutatemi per pietà, per lo merito di tante pene che sin da bambino avete sofferte per me.

Eterno Padre, per amore di Gesù Cristo accettatemi ad amarvi. Se io v'ho sdegnato, vi plachino le lagrime di Gesù bambino che vi prega per me. Respice in faciem Christi tui.3 Io non merito grazie, ma le merita questo Figlio innocente che vi offerisce una vita di pene, acciocché voi m'usiate misericordia.

E voi madre della misericordia Maria, non lasciate d'intercedere per me. Voi sapete quanto confido in voi; ed io ben so che voi non abbandonate chi a voi ricorre.




2 Philipp. IV, 13.



3 Ps. LXXXIII, 10.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos