Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Novena del Cuore di Gesù

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 522 -


MEDITAZIONE IX.

Cuore fedele di Gesù.

Oh quanto è fedele il bel Cuore di Gesù Cristo con coloro che chiama al suo santo amore! Fidelis est qui vocavit vos, qui etiam faciet (I Thess. V, 24). La fedeltà di Dio porge a noi la confidenza di sperar tutto, ancorché non meritiamo niente. Se abbiam discacciato Dio dal nostro cuore, apriamogli la porta ed egli subito entrerà secondo la promessa fatta: Si quis... aperuerit mihi ianuam, intrabo ad illum et caenabo cum illo (Ap. III, 20). Se vogliamo grazie, domandiamole a Dio in nome di Gesù Cristo, ed egli ci ha promesso che l'otterremo: Si quid petieritis Patrem in nomine meo, dabit vobis (Io. XV, 16).1 Se siamo tentati, confidiamo ne' suoi meriti, ed egli non permetterà che i nemici ci combattano oltre le nostre forze: Fidelis autem Deus est qui non patietur vos tentari supra id quod potestis (I Cor. X, 13). Oh quanto è meglio trattar con Dio, che cogli uomini! Quante volte gli uomini promettono e poi mancano, o perché mentiscono nel promettere, o dopo la promessa mutano volontà? Non est Deus quasi homo, dice lo Spirito Santo, ut mentiatur; nec ut filius hominis, ut mutetur (Num. XXIII, 19). Iddio non può essere infedele nelle sue promesse, perché egli non può mentire essendo


- 523 -


la stessa verità; né può mutar volontà, perché tutto ciò che vuole è giusto e retto. Ha promesso dunque di ricevere ognuno che a lui viene, di dare aiuto a chi glielo domanda, di amare chi l'ama, e poi non lo farà? Dixit ergo et non faciet?2 - Oh fossimo fedeli con Dio com'egli è fedele con noi! Noi per lo passato quante volte gli abbiam promesso d'esser suoi, di servirlo e d'amarlo; e poi l'abbiamo tradito, e licenziandoci dalla sua servitù ci siamo venduti per ischiavi al demonio! Deh preghiamolo che ci dia fortezza per essergli fedeli in avvenire. Oh beati noi se saremo fedeli con Gesù Cristo in quelle poche cose che ci comanda! Egli sarà ben fedele nel rimunerarci con premi troppo grandi; e ci farà sentire ciò che ha promesso a' suoi servi fedeli: Euge, serve bone et fidelis, quia super pauca fuisti fidelis, super multa te constituam; intra in gaudium Domini tui (Matth. XXV, 21).




1 Ioan. XVI, 23.

2 Num. XXIII, 19.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos