Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Regole…Monastero Regina Coeli

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 681 -


Cap. V. Del capitolo delle colpe.

 

1. Le religiose in ogni sabato si accusino in comune delle loro colpe alla madre. Nel refettorio poi si dirà la colpa da tutte le religiose nel seguente modo. Ogni mattina la diranno le novizie e le converse. Il lunedì e giovedì la badessa e l'altre anziane. Il martedì e il venerdì le religiose di mezzo tempo. Il mercoledì e sabato le giovani e le converse. Inginocchiandosi tutte insieme, umilmente ognuna dirà la sua colpa, con chieder perdono a Dio, alla madre, ed a tutte le religiose del mal


- 682 -


esempio dato. Fatto ciò la badessa (la quale dovrà assistere alla mensa, e quando fosse impedita, dee sostituire un'altra che vi assista, e quando questa ancora mancasse, vi assista la vicaria) assegnerà in comune la penitenza, come sarebbe il De profundis, o l'inno dello Spirito santo, il Magnificat, la Salve Regina, o altra simile.

 

2. Fuori dalla colpa comune che dovrà dirsi al refettorio la mattina nel modo e tempo sopraddetto, non dovrà lasciarsi la particolare che si sarà commessa da qualche particolar religiosa contro l'osservanza, come se avesse mancato al silenzio, o non fosse stata sollecita in andare al coro nelle ore del divino officio, od avesse lasciato di andarvi senza giusta causa, o avesse commesso altro difetto notabile per cui la regola impone penitenza.

 

3. Il modo col quale dovrà dirsi la colpa dalle particolari sarà il seguente: quando nella mattina saranno già sedute le altre sorelle, la monaca difettosa inginocchiata avanti la badessa confesserà il suo difetto, e ricevuta una discreta penitenza, anderà a sedersi con le altre al luogo suo.

 

4. E poiché il Signore come giusto giudice non lascerà nell'altra vita verun difetto impunito, del quale non se n'è fatta qui penitenza; perciò sarà bene, che ognuna almeno una volta il mese inginocchiata avanti la badessa, standosi a mensa, si dia in colpa di tutti i difetti commessi contro le regole, e statuti del monastero, senza però spiegarli in particolare, ma solo in generarle, ad eccezione di quelli ne' quali si conoscerà più difettosa; e finito che avrà di accusarsi, ne riceverà le penitenza. Si avverta che la colpa suddetta di una volta il mese non dee dirsi da tutte insieme le religiose, ed in uno stesso giorno prefisso, ma ciascuna la dirà quando lo stima più opportuno.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos