Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Regole…Monastero Regina Coeli

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 685 -


Cap. IX. Di altri stabilimenti fatti nel monastero.

 

1. Le monache professe non possono dar voto nell'elezione della badessa, se non sono state già tre anni professe.

 

2. Nel monastero si prendano quelle converse, che bisognano per servire la comunità, ma non mai si permetta ad alcuna monaca il tener serva particolare.

 

3. Sebbene le monache debbano osservare inviolabilmente tutte le suddette ordinazioni, si dichiara nonperò che le medesime non obbligano a veruna colpa neppur veniale, ma solamente all'obbligo di soddisfare la penitenza imposta.

 

4. S'inculca poi solamente alla madre badessa che ponga tutta la sollecitudine in far osservare da tutte le suore le regole e gli altri statuti: né permetta che crescano le trasgressioni nel numero o nella gravezza, ma subito che le conosce, usi tutti i mezzi per estirparle, col dolce quando potrà bastare, e coll'amaro quando sarà necessario; poiché non facendo così, l'osservanza a poco a poco anderà a cadere, ed in luogo delle sante costumanze s'introdurranno gli abusi: i quali dopo essersi introdotti, sarà difficilissimo, per non dire impossibile, l'abolirli.

 

5. Nelle costituzioni antiche stava già ordinato al num. 37. ed al presente si conferma che non sia lecito alla madre far cosa alcuna d'importanza, senza il consiglio delle suore o de' padri spirituali.


- 686 -


 

6. Per togliere l'oziosità, sentina di ogni scadimento, e per osservare la dottrina de' santi, stava prima ordinato, quando si osservava la vita comune, che ogni giorno dovea farsi qualche esercizio per la comune utilità del monastero. Al presente però che nel monastero non più la vita comune si osserva, le suore faticano per utilità propria. Niuna poi sia da tal esercizio esente, fuorché se fosse inferma o molto vecchia, secondo la discrezione della madre.

 

7. Tutte queste ordinazioni e le seguenti, si debbono leggere alla mensa una volta il mese.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos