Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Visite al SS. Sacramento

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 311 -


VISITA III.

Deliciae meae esse cum filiis hominum. Prov. VIII, [31].

Ecco il nostro Gesù che non contento di esser morto in terra per nostro amore, anche dopo la morte ha voluto restarsene con noi nel SS. Sacramento, dichiarando che tra gli uomini


- 312 -


trova le sue delizie. O uomini, esclama S. Teresa, come potete offendere un Dio, che si dichiara che in voi trova le sue delizie?1 Gesù trova le delizie con noi, e noi non le troveremo2 con Gesù? Noi specialmente che abbiamo avuto l'onore di abitare in palazzo. Come si stimano onorati quei vassalli a cui il re luogo in palazzo! Ecco il palazzo del re, questa casa dove abitiamo con Gesù Cristo. Sappiamo ringraziarlo ed avvalerci della conversazione di Gesù Cristo.

Eccomi dunque, mio Signore e Dio, avanti a quest'altare, dove voi vi trattenete notte e giorno per me; voi siete la fonte d'ogni bene, Voi il medico d'ogni male, Voi il tesoro d'ogni povero; ecco a' piedi vostri oggi un peccatore fra tutti il più povero, il più infermo che vi cerca3 pietà; abbiate compassione di me. Io non voglio no che mi disanimi la mia miseria, vedendovi in questo Sacramento sceso dal cielo in terra solo per farmi bene. Io vi lodo, io vi ringrazio, io v'amo; e se volete che vi cerchi qualche limosina, questa4 cerco, sentitemi: io non vi voglio più offendere, e voglio che mi diate5 luce e grazia d'amarvi con tutte le mie forze. Signore, io v'amo con tutta l'anima mia, v'amo con tutti gli affetti miei. Fate voi che lo dica davvero, e lo dica sempre in questa vita e per tutta l'eternità. Maria Santissima, santi miei avvocati, angeli, beati6 tutti del paradiso, aiutatemi ad amar il mio amabilissimo Dio.- Giac. Bone Pastor, panis vere, Iesu, nostri miserere; tu nos pasce, nos tuere, tu nos bona fac videre in terra viventium.7

La comunione spirituale.




1 «Oh, esperanza mia y Padre mio, y mi Criador y mi verdadero Senor y Hermano! Cuando considero en còmo decis que son vuestros deleites con los hijos de los hombres, mucho se alegra mi alma... Oh, qué grandisima misericordia...!  Y que todo esto olvidemos los mortales!» S. TERESA, Exclamaciones del alma a Dios, VII. Obras, IV, Burgos, 1917, 278-279.



2 Fino al 1755: troviamo.



3 Qui ed altrove l' ed. veneta del 1758 ha: chiede.



4 Prima del 1755: questo.



5 Idem: date.



6 Nell' ed. napoletana del 1758, come nel testo; precedentemente, e nelle ed. venete anche dopo: Angeli beati...



7 Sequentia Lauda Sion, in missa, in festo SS. Corporis Christi.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos