Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Atti per la Santa Comunione

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 405 -


IV. Atto di offerta.

Dilectus meus mihi et ego illi (Cant. II, 16). Se il re viene a visitare un povero pastorello dentro la sua mandra, che altro può offerirgli il pastorello che tutta la sua mandra qual'è? Giacché dunque, o divino mio Re Gesù, siete venuto a visitare la povera casa dell'anima mia, io vi offerisco e dono la casa e tutto me stesso colla mia libertà e volontà: Dilectus meus mihi et ego illi. Voi vi siete dato tutto a me, io mi do tutto a voi. Io non voglio, mio Gesù, esser più mio da oggi avanti; voglio esser vostro e tutto vostro. Siano vostri i sensi miei, acciocché mi servano solo per dar gusto a voi. - E qual maggior gusto si può avere, dicea S. Pietro d'Alcantara, che il dar gusto a voi, Dio amabilissimo, amorosissimo e gratissimo?31 - Io vi dono insieme tutte le mie potenze e voglio che tutte sian vostre; non voglio che la memoria mi serva ad altro che a ricordarmi dei vostri benefizi e del vostro amore: l'intelletto non mi serva che a pensare solo a voi che sempre pensate al bene mio: e la volontà mi serva solamente ad amare voi, mio Dio, mio tutto, ed a volere solo quel che volete voi.

Vi consacro dunque e vi sacrifico, mio dolcissimo Salvatore, questa mattina tutto quanto ho e quanto sono, i miei sensi, i miei pensieri, i miei affetti, i miei desideri, i miei gusti, le mie inclinazioni, la mia libertà, in somma nelle vostre mani io consegno tutto il mio corpo e l'anima mia.

Accettate, o maestà infinita, il sacrificio che vi fa di se stesso il peccatore più ingrato che avete avuto su la terra per lo passato, ma che ora si offerisce e si dona tutto a voi. Fate, o Signore, in me e disponete di me come più vi piace.

Venite, o fuoco consumatore, o amore divino, e consumate


- 406 -


in me tutto quello ch'è mio e non piace agli occhi vostri purissimi, acciocché io da oggi innanzi sia tutto vostro e viva solamente per eseguire non solo i vostri precetti e consigli, ma ancora tutti i vostri santi desideri e 'l vostro maggior gusto. Amen.

O Maria santissima, presentate voi colle vostre mani alla SS. Trinità questa mia offerta, ed ottenetemi voi che l'accetti e mi doni la grazia d'esserle fedele sino alla morte. Amen, amen, amen.




31 Non abbiam trovato dove S. Pietro d'Alcantara abbia espresso questo sentimento in questa forma.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos