Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Canzoncine spirituali

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 274 -


A Maria nelle tentazioni del demonio.

 

Curri, curri, Mamma mia,

Curri priesto e non tardà!

Ca lo serpe (arrasso sia!)

Già me vole mozzecà.

 

Manco l'aggio visto tutto,

E me fa cossì tremà:

Mamma, Mamma, comme è brutto!

Comme corre nsanetà!

 

Io non pozzo e benco meno

E non saccio come ;

me jetta lo beleno:

Mamma mia, fa priesto, fa.

 

Co li strilli e co li chiante

Non se vo proprio arrassà;

Songo stanco a chiammà sante,

Non ce sente e non se sta.

 

O che vocca, che ave aperta!

Maro me! me vo' gnottì.

S'è auzato allerta allerta:

O Maria, fannello ji.

 

Vidi, lo nomme tujo

Già l'ha fatto spaventà;

Ma pe cchiù tormento sujo,

Mamma, tu vienence ccà.

 

Come fuje! Chedstato?

Chi lo fa precepetà?

Serpe brutto e arraggiato,

Non ce puozzi cchiù accostà!

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos