Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Canzoncine spirituali

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 280 -


Allo Spirito Santo.

Andate, o speranze, o affetti terreni1,

A render contento chi più vi desia:

Andate e partite dall'anima mia,

Ch'io più non vi cerco, ne stimo voi più.

O Dio del mio core, distaccami Tu.


- 281 -


Addio, creature, contento vi lascio;

Più vostro non sono, ne sono più mio:

Da tutto già sciolto io son del mio Dio;

Sì, tutto son tuo, mio caro Gesù.

Amato mio Bene, accettami Tu.

 

Amabil Signore, deh prenda il possesso

Di tutto me stesso il santo tuo Amore2:

Ei regni e governi in questo mio core,

Che un tempo infelice ribelle a Te fu.

Amabil Signore, possedimi Tu.

 

Rugiada celeste, che dolce stillando,

Di fiamme non pure Tu smorzi gli ardori3;

Tu fa ch'io più sempre di Te m'innamori4,

E viva cercando Dio solo quaggiù.

Rugiada celeste, aspergimi Tu.

 

O Fuoco Divino, che rendi beate

Con fiamme più belle quell'alme che accendi,

Tu vieni al mio core, e degno tu 'l rendi

Del puro tuo ardore; infiammami su5.

O Fuoco divino, consumami Tu.

 

Amore infinito, felice chi giunge

La bella tua Faccia in cielo a vedere!

Deh quando ancor io ti vengo a godere6

Eterno tuo amante già fatto lassù?

Amore infinito, deh tirami Tu7.




1 [1-2.] «Andate speranze e affetti terreni

Ch'io più non v'apprezzo, né stimo voi più» (Sarn. «Crist. Illum.» 1743).



2 [12.] «Di tutto me stesso il tuo santo amore» (Sarn. «Crist. Illum.» 1743).



3 [17.] «Di fiamme men pure Tu smorzi gli ardori» (Sarn. «Crist. Illum.» 1743).

«Di fiamme non pure Tu spegni gli ardori» («Op. Spir.» Ed. XVI, 1784, Bassano).



4 [18.] «Tu fa ch'io sempre di Te m'innamori» («Op. Spir.» 1784, Bassano).



5 [24.] «Del puro tuo amore, infiammami su» (Sarn. «Crist. Illum.» 1743).

«Del puro tuo ardore, infiammami Tu» («Canz. Spir.» 1769, Ed. VII; «Op. Spir.» 1784, Bassano).



6 [28.] «Deh quando ancor io t'avrò a possedere» (Sarn. «Crist. Illum.» 1743).



7 [30.] «Amore infinito, 'nnamorami Tu» (Sarn. «Crist. Illum.» 1743).




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos