Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Canzoncine spirituali

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 299 -


Anima che sospira il Paradiso.

Io mi moro per desio

Di vederti, o mio Gesù;

Già m'annoia, o mio bel Dio,

Il più vivere quaggiù.

Star lontan da Te, mio caro,

È un tormento così amaro,

Ch'io soffrir nol posso più.

Vivo qui da Te diviso,

Ma a Te fido e sempre grido1,

Paradiso, Paradiso.

 

Vedo già ch'è fumo e pena

Quanto il mondo all'uomo ;

Tutto è inganno e tutto è scena,

Che tra breve finirà.

Qual sia poi l'affanno mio,

Ch'ognor posso perder Dio,

Chi sa amarlo ben lo sa.

Dunque a Te rivolgo il viso,

Te sol miro, a Te sospiro,

Paradiso, Paradiso.

 

Tu puoi darmi quanto vuoi,

Non m'inganni, o mondo, no.

Va, dispensa i beni tuoi

A chi stolto li cercò.

Pompe vane, o rei piaceri,

Non sperate ch'io vi speri.

Ch'altro Ben m'innamorò.

Spero in Ciel d'esser assiso:

Questo bramo e questo chiamo,

Paradiso, Paradiso.

 

Patria bella, ov'all'Amore


- 300 -


In mercede amor si ,

Ov'il tuo sì bel Signore

Senza vel mirar si fa;

Di venire un giorno anch'io

Ad amare in te il mio Dio,

Quando dato mi sarà?

L'alma mia tra gioia e riso2

Quando, quando, va gridando,

Paradiso, Paradiso.

 




1 [9.] «Ma a Te fido, sempre grido» («Op. Spir.» 1769, Firenze; 1784, Bassano).

2 [38.] «Alma mia, confida e in riso» (Sarn. «Consid. su l'Incarn.» 1740).

«L'alma mia tra pianto e riso» («Op. Spir.» 1758, Di Domenico, Ed. XI; 1759, Ed. XI, Gessari; 1760, Paci).






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos