Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Canzoncine spirituali

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 303 -


Sopra le Massime Eterne.

Perché al mondo, al tuo nemico

Vuoi servire, o tu cor mio?

E non servi al tuo buon Dio,

Che a servirlo ti creò?

 

Vivi schiavo d'un tiranno,

Che promette e non attende?1

E a chi 'l serve ingrato rende

Spine e fiele per mercé.

 

Pens'almen, che un la morte

Darà fine alla tua vita;

Ed oimè per te finita

Ogni cosa allor sarà.

 

Tutt'i beni allor del mondo

Ti saran d'affanno e pena,

In veder che la tua scena

Già si chiude ancor per te.

 

Questo corpo che tant'ami

Manderà tanto fetore,

Ch'alla puzza ed all'orrore

Da te ognuno fuggirà.


- 304 -


Partirà da questa terra

L'alma sola a render conto

Al Gran Giudice, che pronto

Al suo uscir si troverà.

 

Che farai tu, peccatore,

Giunto innanzi al Divin Trono,

Quando allor non più perdono,

Ma giustizia vi sarà?

 

Infelice, spensierato,

Va pensando che dirai,

Quando a vista già sarai

Dell'offeso tuo Signor?

 

Qual affanno sarà poi

Da quel Tron'esser cacciato,

E in quel fuoco esser gittato,

Che non mai più finirà?

 

Per te allor d'ogni ristoro

Saran chiuse, oh Dio, le porte!

Cercherai perfin la morte

E neppur potrai morir.

 

Della morte al gran momento

Avrai dunque o Cielo o Inferno,

O riposo o pianto eterno;

Oh momento! oh eternità!

 

Mira dunque, finché in vita

Di tua sorte incerto stai,

Quel gran sempre e quel gran mai,

Che in eterno durerà.

 




1 [6.] «Che promette e mai attende» («Canz. Spir.» Ed. XI, 1785).




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos