Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Conforto a' novizj

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 444 -


Ricordi principali al novizio per conservarsi in fervore.

 

Ripreso o accusato non si scusi, ed ami con affetto speciale innanzi a Dio chi l'accusa e riprende. Ami d'esser disprezzato in tutto, negli officj, nelle vesti, nella stanza, ne' cibi ecc. Non s'intrometta a dire il suo parere se non è interrogato.

 

Si mortifichi in tutto secondo la prudenza e l'ubbidienza, nel mangiare, nel dormire, nel guardare, nel sentire ecc.

 

Osservi la modestia così con sé, come cogli altri. Non istenda mai le mani su degli altri, né li guardi fissamente, ma tenga quasi sempre gli occhi bassi, specialmente nella chiesa, nella mensa, nella ricreazione e per le vie.

 

Conservi il silenzio, fuorché quando bisogna parlare o per la gloria di Dio, o per l'utile proprio o del prossimo. E parlando specialmente nelle ricreazioni, non alzi la voce; e sfugga i contrasti, le gare di nascita, di talento o di ricchezze; e tutti i discorsi vani di mangiare, di caccie, di giuochi, di guerre, di acquistare onori, robe e simili cose secolaresche; ma cerchi sempre d'introdurre discorsi divoti, della vanità del mondo, dell'amore a Gesù e a Maria, della fortuna de' santi e del modo di avanzarsi nella perfezione.

 

Dopo il difetto subito si umilii, si penta e si metta in pace.

 

Non desideri niente, ma solo quel che vuole Dio. Non dimandi consolazioni. Nell'aridità si umilii e si rassegni dicendo: Signore, io non merito consolazioni; son contento di star così tutta la vita.

 

Spesso alzi la mente a Dio, con far giaculatorie; e può servirsi delle seguenti:

 

Dio mio, non voglio altro che te.

 

Dimmi che vuoi da me, che tutto voglio farlo.

 

Fa di me ciò che ti piace.

 

Voglio tutto quel che tu vuoi.

 

Fammiti amare; e mandami dove vuoi.

 

Gesù mio, io t'amo, io t'amo, io t'amo.

 

Fatti conoscere da tutti e fatti amare.

 

Rinunzio a tutto, tu solo mi basti.

 

Deus meus et omnia.

 

Viva Gesù nostro amore e Maria nostra speranza.

 

O buon Gesù, sempre a te lode sia;

 

La mia vita fu causa di tua morte,

 

E la tua morte fu la vita mia.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos