Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Del gran mezzo della preghiera

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 173 -


PREGHIERA PER OTTENERE LA CONFIDENZA NE' MERITI DI GESÙ CRISTO, E NELL'INTERCESSIONE DI MARIA

Eterno Padre, io vi ringrazio quanto posso per parte mia, e di tutti gli uomini, della gran misericordia che ci avete usata d'aver mandato il vostro Figlio a farsi uomo, ed a morire, per ottenere a noi la salute; ve ne ringrazio, e vorrei in ringraziamento rendervi tanto amore, quanto merita un tanto beneficio. Voi per li meriti suoi perdonate le nostre colpe, mentre quelli han sodisfatta la vostra giustizia per le pene da noi meritate: per quelli voi ricevete nella vostra grazia noi miseri peccatori, che non meritiamo altro che odio e castighi: per quelli voi ammettete gli uomini a regnare nel paradiso: per quelli in somma voi siete obbligato a concedere ogni dono e grazia a chi ve la domanda in nome di Gesù Cristo.

Vi ringrazio ancora, o infinita bontà, che per aiutare la nostra confidenza, oltre di Gesù Cristo che ci avete dato per Redentore, ci avete


- 174 -


data ancora per avvocata la vostra diletta Figlia Maria, acciocch'ella con quel cuore che voi le avete dato pieno di misericordia, non lasci di soccorrere colla sua intercessione qualunque peccatore che a lei ricorre; e questa sua intercessione l'avete fatta così potente appresso di voi, che non sapete negarle qualsivoglia grazia ch'ella vi cerca.

Quindi volete che noi abbiamo una gran confidenza ai meriti di Gesù, ed all'intercessione di Maria. Ma questa confidenza è dono vostro, e dono grande, che voi non fate se non a chi volete salvo. Questa confidenza dunque nel sangue di Gesù Cristo, e nel patrocinio di Maria io vi domando, e ve la domando per li meriti di Gesù, e di Maria. Ancora a voi mi rivolgo caro mio Redentore; voi a questo fine avete sagrificata la vita sulla croce per acquistare a me, degno sol di castighi, questa confidenza ne' vostri meriti; eseguite dunque il fine per cui siete morto, fate ch'io tutto speri, confidato nella vostra Passione. E voi, o Maria, Madre e speranza mia dopo Gesù Cristo, voi impetratemi una ferma confidenza prima ne' meriti di Gesù vostro Figlio, e poi nell'intercessione delle vostre Preghiere: Preghiere onnipotenti, che ottengono dal Signore quanto chiedono. O amato mio Gesù, o dolce mia Maria, a voi confido, a voi consegno l'anima mia, voi che tanto l'avete amata, abbiatene pietà, e salvatela.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos