Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Del gran mezzo della preghiera

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 175 -


PREGHIERA DA FARSI OGNI GIORNO PER OTTENERE LE GRAZIE NECESSARIE ALLA SALUTE

Eterno Padre, il vostro Figlio ci ha promesso che voi ci farete tutte quelle grazie che noi vi chiederemo in nome suo. In nome dunque e per li meriti di Gesù Cristo io vi domando per me, e per tutti gli uomini le seguenti grazie. E per I., Vi prego a darmi una viva fede in tutto quello che m'insegna la S. Chiesa Romana. Concedetemi insieme la vostra luce, che mi faccia conoscere la vanità de' beni di questa terra, e la grandezza del bene infinito che siete voi; mi faccia anche conoscere la bruttezza de' miei peccati commessi, per umiliarmi e detestarli come debbo, e 'l merito della vostra bontà per amarvi con tutto il mio cuore. Fatemi ancora conoscere l'amore che m'avete portato, acciocché da ogg'innanzi procuri d'esser grato a tanta bontà. Per 2., datemi una ferma confidenza nella vostra misericordia di ricevere per li meriti di Gesù Cristo, e per l'intercessione di Maria il perdono de' miei peccati la santa perseveranza, e finalmente la gloria del paradiso. Per 3., datemi un grand'amore verso di voi, che mi distacchi da tutti gli affetti della terra, e di me stesso, per non amare altro che voi, e per non impiegarmi in altro, ed altro non desiderare che la gloria vostra. Per 4., vi prego a darmi una perfetta rassegnazione alla vostra volontà, accettando con pace i dolori, le infermità, i disprezzi, le persecuzioni, le aridità di spirito,


- 176 -


le perdite di robe, di stima, o di parenti, ed ogni altra croce che mi verrà dalle vostre mani. Io mi offerisco tutto a voi, affinché facciate di me, e di tutte le cose mie quel che vi piace; ma voi datemi luce e forza di eseguire tutti i vostri santi voleri; e specialmente in morte datemi l'aiuto a sagrificarvi la vita con tutto il mio affetto, in unione del gran sagrificio che vi fe' Gesù vostro Figlio della sua vita nel Calvario, sulla croce. Per 5., vi domando un gran dolore de' miei peccati che mi faccia viver sempre addolorato, e piangendo fino alla morte i disgusti che ho dato a voi sommo bene, che siete degno d'infinito amore, e tanto m'avete amato. Per 6., vi prego a darmi lo spirito di vera umiltà e mansuetudine, che mi faccia abbracciare con pace, ed anche con piacere tutti i disprezzi, ingratitudini, e maltrattamenti che riceverò dagli uomini. E con ciò vi prego a darmi una perfetta carità, che mi faccia desiderar bene a chi mi ha fatto male, e d'impiegarmi a beneficare in quel che posso, almeno pregando, tutti coloro che m'avranno fatta qualche offesa. Per 7., vi prego a darmi affetto alla virtù della santa mortificazione, che mi faccia castigare i miei sensi ribelli, e contraddire al mio amor proprio, e con ciò vi prego a donarmi la santa purità del corpo, con darmi l'aiuto a resistere a tutte le tentazioni disoneste, con ricorrere io allora sempre a voi, ed alla vostra Ss. Madre. Datemi la grazia di ubbidire puntualmente agli ordini del mio padre spirituale, e di tutti i miei superiori. Datemi retta intenzione, acciocché tutto quel che fo, e desidero, tutto sia per gloria vostra, e per darvi gusto. Datemi una gran confidenza alla Passione di Gesù Cristo, ed all'intercessione di Maria Immacolata. Datemi un grand'affetto al Ss. Sagramento dell'altare, ed una tenera divozione ed amore alla vostra santa Madre. Datemi vi prego sopra tutto la santa perseveranza, e la grazia di domandarvela sempre, specialmente in tempo di tentazioni, e della mia morte.

Vi raccomando poi le sante Anime del purgatorio, i miei parenti, e benefattori, e con modo particolare vi raccomando tutti coloro che mi odiano, o mi han fatta qualche offesa, vi prego a render loro di bene il male che mi han fatto, o mi desiderano. Vi raccomando in fine gli infedeli, gli eretici, e tutti i poveri peccatori, date loro luce e forza di uscire dal peccato. O Dio amabilissimo, fatevi conoscere, e fatevi amare da tutti, ma specialmente da me che più degli altri vi sono stato ingrato, acciocché per vostra bontà io venga un giorno a cantare in eterno le vostre misericordie in paradiso, come spero ne' meriti del sangue vostro, e nel patrocinio di Maria. O Maria Madre di Dio pregate Gesù per me. Così spero, così sia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos