Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Avvertim. per la lingua toscana

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 146 -


Capo IV - CIRCA I NOMI ED AVVERBJ

 

Tutti i nomi mascolini nel plurale terminano in i, fuori d'alcuni pochi che possono dirsi anche con altre vocali, come vestigj e vestigia; muri e mura; risi e risa; osse ed ossa; membri, membre e membra.

 

La lettera z avanti all'i non mai si raddoppia, ma si dice azione, perfezione, ec.

 

Si scrive fregio, pregio, collegio, e così ancora dispregiare, fregiare, ec.; ma poi si dice coraggio, passaggio, viaggio, vantaggio, passeggio, vagheggio, pellegrinaggio.


- 147 -


 

Si dice poi:

abbate, non abate;

abbadessa e badessa, non abbatessa;

abbiezione, ma può dirsi abbietto ed abietto;

abozzo, non abbozzo;

anche, non anco;

altramente ed altrimenti, non altramenti;

abile, non abbile;

abito, non abbito;

abisso, non abbisso;

aborto, non abborto;

avvertimento, non avertimento;

avversario, non aversario;

Alessandro, non Alesandro;

avezzo, non avvezzo;

addiettivo e adiettivo;

ajuto, non aggiuto;

bacio, non bagio;

biasimo, non biasmo;

bue, non bove;

bugia, non buggia;

brucio, non brugio;

cammino, non camino;

cagione, non caggione;

camera, non cammera;

congiunto, non congionto;

conceduto e concesso;

dubbio, non dubio (ma nel verbo si dice dubitare);

debile e debole, non debbile o debbole;

dopo, non doppo dopò;

fabbrica, non fabrica;

febbre, non febre;

faccenda, non facenda;

fregio, non freggio;

fabro e fabbro;

fiele, non fele;

immagine, non imagine imaggine;

indizio, non indicio;

labbro, non labro;


- 148 -


leggiero, non legiero;

legge, non lege;

metà, non mettà;

maggiore, non magiore;

mezzo meglio che mezo;

malvaggio, non malvagio;

mele, non miele;

naufragio, non naufraggio;

niuno e nessuno, non già nissuno;

obbligo, non obligo;

obblato ed obblazione;

obbliquo, non obliquo;

obiezione ed obbiezione;

pellegrinaggio, non pellegrinagio;

perciocché, non percioché;

polizza, non poliza;

parrocchia, non parocchia, ma poi si dice parroco e paroco;

pratica, non prattica;

pazzo, non pazo;

rozzo meglio che rozo;

regia quando è addiettivo: di stirpe regia;

reggia poi significa abitazione regale;

ragione, non raggione;

roba, non robba;

subito, non subbito;

sabato meglio che sabbato;

sagro, non sacro;

Tommaso, non Tomaso;

la trave, non il trave;

tollerabile, non tolerabile;

vantaggio, non vantagio;

ubbidienza meglio che obbedienza;

ubertà ed ubertoso.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos