Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Dissertazioni teologiche-morali

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 1069 -


DISSERT. IX. Dello stato de' beati dopo il giudizio.

SOMMARIO.

§. 1. Se il cielo empireo sia il luogo de' beati? 1. False opinioni degli eretici, de' gentili e di Maometto; il vangelo insegna essere il cielo. 2. Si dimostra che cosa sia il cielo empireo; il quale, secondo s. Tommaso, è corporeo, e molto risplendente. 3. Si risponde ad alcune difficoltà circa lo splendore di questo cielo. 4. Il cielo empireo non si muove, come gli altri cieli. §. 2. In che consiste l'eterna beatitudine? 5. La beatitudine celeste è molto differente dalla beatitudine naturale nel godere i beni creati. 6. E dalla beatitudine delle anime in amare Dio su questa terra. 7. Altri poi vogliono, che la beatitudine eterna consiste nel vedere Dio: altri nell'amarli: altri nel vederlo insieme e nell'amarlo: altri finalmente dicono che consiste nel goderlo. §. 3. Della visione beatifica. 8. Dio è l'oggetto primario che si vede in cielo; ma non può vedersi com'è in se stesso, senza il lume della gloria. 9. Si spiega che cosa sia il lume della gloria. Ma con tutto questo lume neppure da' beati può comprendersi Iddio totalmente. 10. I beati non vedono Dio tutti egualmente, ma ciascuno lo vede secondo i suoi meriti; al che si oppone l'eresia di Lutero. 11. Né ciò cagiona invidia, né diminuisce il contento di ogni beato. 12. Degli oggetti secondarj: e della visione mattutina e vespertina. 13. Oggetti secondarj sono per 1. i misteri della fede. 14. Per 2. le cose spettanti al proprio stato. 15. Per 3. la gloria de' compagni, ed i loro pensieri. 16. Per 4. le creature esistenti. Vedono ancora le nostre orazioni, le conversioni di peccatori, e cose simili. 17. Per 5. vedono la pena de' dannati. 18. Né ciò recherà loro tristezza per la compassione. 19. Per 6. vedono le cose possibili, e future, ma solo per quanto Iddio lor rivela. §. 4. Dell'amore beatifico. 20. Si dimanda per 1. se i beati amano Dio necessariamente, anche in quanto


- 1070 -


all'esercizio? 21. Si dimanda per 2, se il beato si rende impeccabile? 22. Si dimanda per 3, se ogni beato sia contento del grado del suo amore? 23. Se le anime beate al presente, benché divise da' corpi, sono appieno beate? 24. Quanto l'anima ama Dio in questa terra, tanto seguirà ad amarlo in cielo. 25. Si dimanda per 4. se l'eternità sia annessa alla beatitudine? 26. Se la beatitudine consiste nel gaudio? §. 5. Delle doti delle anime beate. 27. Quali sieno queste doti? §. 6. Delle doti de' corpi beati. 28. Quali sieno queste doti? Se le operazioni de' sensi de' beati impediscano la contemplazione dell'anima? §. 7. Delle aureole de' beati, cioè de' martiri, delle vergini, e de' dottori, e de' predicatori.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos