Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Evidenza della Fede

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 526 -


CAP. XI Riflessioni pratiche di fede per ricavar profitto dalle cose visibili che ci si presentano in questa vita.

Quando state nel vostro letto e nella vostra camera, pensate che ivi un giorno dovrete esser giudicato da Gesù Cristo.

Quando vedete morti che vanno a seppellirsi; pensate che lo stesso ha da succedere a voi.

Quando mirate l'oriuolo a polvere che scorre; pensate che così anche scorre la vostra vita e vi avvicinate alla morte.

Quando vedete i grandi di questa terra gloriarsi de' loro onori e ricchezze; compatite la loro pazzia, e dite: A me basta Dio.

Quando vedete qualche sepolcro superbo eretto ad alcuno; dite: Se costui è dannato, a che gli giovano questi marmi?

Quando vedete un albero secco; considerate la miseria di un'anima senza Dio, la quale non serve ad altro, che ad ardere nel fuoco dell'inferno.

Se mai vedete un reo che trema avanti il suo giudice; considerate il terrore che avrà un peccatore comparendo avanti a Gesù Cristo.

Quando udite tuoni strepitosi, e tremate, considerate il tremar che fanno i dannati nell'inferno, al sentire i tuoni della divina giustizia.

Quando vedete il mare tranquillo o tempestoso, considerate che tale è un'anima in grazia o in disgrazia di Dio.

Quando mirate fornaci, pensate che per li vostri peccati dovreste ardere per sempre nella fornace dell'inferno.

Quando mirate il cielo stellato; pensate che lassù avrete da essere un giorno a godere Dio, se l'amate in questa vita.

Quando mirate giardini fioriti, campagne o marine deliziose; pensate che altre delizie più grandi apparecchia Dio a coloro che lo sanno amare.

Quando vedete ruscelli che scorrono per li monti, e vanno ad unirsi al mare; così procurate voi di correre per unirvi a Dio.

Quando udite uccelli che cantano, e così a lor modo lodano Dio; lodatelo ancora voi con atti di amore.

Quando mirate qualche luogo, dove un tempo offendeste Dio; rinnovate il pentimento e 'l proposito di amarlo.

Quando vedete cagnuoli che vi sono così fedeli e grati per un poco di pane che loro date; proponete d'esser grato a Gesù Cristo che vi ha dato tutto se stesso.

Quando vedete fuoco e fiamme; desiderate che così ancora il vostro cuore arda d'amore verso Dio.

Quando mirate grotte, mangiatoie, o fieno; considerate Gesù bambino che un giorno nacque per vostro amore in una grotta, e fu collocato in una mangiatoia sul fieno.

Quando passate per un deserto, considerate i viaggi di Gesù fanciullo per li deserti d'Egitto.

Quando mirate seghe, ascie, martelli, e piane; considerate Gesù Cristo nel tempo di sua gioventù, quando nel mestiere di legnaiuolo travagliava nella bottega di Nazarette.

Quando mirate funi, spine, e chiodi; alzate la mente a quanto patì per voi Gesù Cristo nella sua passione.

Quando vedete agnelli che son condotti al macello; pensate con s. Francesco, che così fu condotto ancora Gesù innocente alla morte.

Quando mirate l'immagine di Gesù


- 527 -


in croce; dite: Dunque, Dio mio, voi siete morto per me!

Quando mirate altari, calici e pianete; o pure vedete nelle campagne frumento ed uve; considerate l'amore che ci ha dimostrato Gesù Cristo nel dono fattoci del ss. sagramento dell'altare.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos