Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Glorie di Maria

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 709 -


48. *

Un soldato portando la moglie al demonio ad un bosco, secondo la promessa fattagli, con patto che 'l demonio lo provvedesse di danari, passò per avanti una chiesa della Vergine. Allora la donna pregò il marito di permetterle di salutar Maria in quella chiesa; andò, ma poi in vece di lei uscì la divina Madre, che presa la sembianza della medesima si pose sul cavallo. Giunti al bosco, disse il demonio al marito: Traditore, come in luogo di tua moglie mi porti la Madre di Dio, la mia nemica? E tu, rispose Maria, come hai ardito di voler nuocere alla divota mia? Va, fuggi all'inferno. E tu, rivolta a quell'uomo poi disse, muta vita, ch'io t'aiuterò; e disparve. Onde quel misero poi si ravvide, ed in avvenire mutò vita (Giac. di Vorag., in fest. Ass., et Spec. es. 31).




* Esempio 48. - IACOBUS DE VORAGINE (de Varagine, da Varazze), O. P., Archiepiscopus Genuensis, Legenda aurea, in festo Assumptionis B. M. V., - Magnum speculum exemplorum, dist. 8, exemplum 61. Venetiis, 1618, p. 518, 519.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos