Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Glorie di Maria

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 737 -


88. *

Una monaca cisterciense in Toledo, chiamata Maria, stando in morte le apparve la divina Madre; ella allora le disse: «Signora, la grazia che voi mi fate di visitarmi, mi fa ardita a chiedervi un'altra grazia, di morire nella stessa ora che voi moriste ed entraste in cielo.» «Sì, rispose Maria, ti voglio compiacere; in quell'ora morirai e sentirai i canti e le lodi, con cui i beati accompagnarono la mia entrata in cielo: via apparecchiati.» E ciò detto disparve. Le religiose in averla intesa parlare fra sé, dubitarono che delirasse; ma ella riferì loro la visione e la grazia promessa. Stava dunque aspettando l'ora desiderata, la quale giunta - lo scrittore non dice quale fosse stata - in sentir suonare l'orologio: «Ecco, disse, l'ora predettami: ecco già sento le musiche degli angeli; in quest'ora salì al cielo la mia regina: restatevi in pace, ch'io or la vado a vedere.» E in dire ciò spirò. E spirando, gli occhi se le fecero splendidi come due stelle e la faccia si vestì d'un bel colore (Menol. cist., alli santi d'ag.).




* Esempio 88. - Chrysostomus HENRIQUEZ, Menologium Cisterciense notationibus illustratum, Antverpiae, 1630, pag. 265. Die 15 augusti: «Toleti in Hispania, in Monasterio S. Clementis, piissimus obitus beatae Mariae, eiusdem Coenobii sanctimonialis, aetate iuvenis, sed moribus et virtutibus provectae. Quae admirandis praecedentibus visionibus, eodem die et eadem hora qua Angelorum Regina caelos conscendit, ipsa carne soluta, angelicis choris in hymis et canticis caelestibus exsultantibus, in aeternam patriam introducta est.» - Nota c): «...Et ab ea hora (della promessa della Madonna, il 14 agosto), usque in sequentem diem, horam resolutionis exspectans, in gratiarum actionibus et mira cordis exsultatione perseveravit. Ut autem horologium audivit: «Iam inquit, migrandi tempus exoptatum advenit, tali hora gloriosissima caeli Regina super choros Angelorum exaltata, ad aetherea regna conscendit. Dominam ancilla sequatur.» Et mira vultus iucunditate et mentis suavitate omnibus valedicens, purissimum spiritum reddidit Creatori. Post obitum facies ipsius instar Angeli pulchrior apparuit, color vividus, oculi splendidi, multaque alia miraculosa signa felicem huius virginis transitum secuta sunt.»






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos