Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 50 -


25. A SUOR MARIA GIOVANNA DELLA CROCE.

Le indirizza alcuni avvisi di perfezione.

 

Viva Gesù Bambino e Maria Immacolata!

 

[VILLA, FEBBRAIO 1736.]

 

Figlia mia benedetta, ieri ricevei un'altra tua, e stamattina rispondo. Non so come si chiama quello a cui si consegnò la mia; onde, se si è perduta, pazienza!

Figlia, mi confondo in sentire il profitto che opera Gesù Cristo nell'anima tua, per mezzo delle lettere mie. Sappi però, che io ora me ne vado alla diocesi di Salerno ad una nuova fondazione;1 nulladimeno non voglio lasciarti di aiutare come posso. Scrivimi sempre, e manda le lettere qui alla Villa, perché di qua avrò le risposte.

Avverti, da oggi avanti, a scacciare la pena che ti la vista delle tue imperfezioni. Meglio è allora, con pace, più fidarti di Dio e più abbandonarti nelle sue braccia amorose; mentre tutta la nostra confidenza non sta nelle opere nostre, ma nella sua bontà infinita, che non caccia niuno che lo cerca di cuore.


- 51 -


Non è cosa andare a quella cella a letto; vedi se potessi farla accomodare, e poi cercala per limosina. Frattanto vedi se potessi andare dopo la cena al coro; io ti do licenza per un'ora, e caccia ogni paura: chi ama Gesù non teme niuno.

Per l'orazione poi sta attenta, non t'inquietare affatto per le distrazioni; quando ti avvedi della distrazione, torna a Dio, ma con soavità e senza sollecitudine, e non stare mai a riflettere poi quello che hai fatto nell'orazione; cerca sempre di unirti con Dio con la volontà, ma sempre con atti soavi e senza forza. Leggi un poco e poi lascia, e contentati di camminare per questa via di fede oscura, ch'è la più sicura per farti santa; ne cercare di trovare Dio coi sensi: basta trovarlo coll'amor puro e con la volontà. E nell'orazione, ti siano raccomandati sempre i peccatori, specialmente quando stai desolata, e le anime del purgatorio, specialmente le più divote del SSmo Sacramento e di Maria.

Per ora non è tempo di rivederci a Camigliano, perché l'altra settimana parto. Contentati per ora della volontà di Gesù Cristo; tanto più che ora la venuta mia non la conosco necessaria per lo spirito tuo, benché vedo che ti sarebbe di consolazione sensibile; ma tutte queste consolazioni l'hai sempre da sacrificare all'amore di Gesù, che visse sempre desolato da ogni consolazione su questa terra.

Attendi, come maestra di novizie, ad insegnare più colle opere che colle parole, e le parole sieno sempre con dolcezza, sfuggendo per lo più di correggere in pubblico, e dopo la correzione fa sempre seguitare le parole di dolcezza.

Per ubbidienza ti dico: ricordati sempre della povera anima mia, specialmente avanti il SSmo Sacramento e nelle comunioni. Sii benedetta nel cuore di Gesù e di Maria!

 Viva Gesù e Maria!

 Devmo servo

 ALFONSO DE LIGUORI.

Conforme all'originale che si trova presso il P. D. Vincenzo Venditti, C. SS. R.




1 Si tratta del collegio di Ciorani.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos