Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 55 -


29. AL MEDESIMO.

Gli espone le ragioni, per le quali non può farsi per lui questione di vescovado.

 

Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

 

 CIORANI, 5 AGOSTO [1736.]

 

Gnore mio, sento quel che si è fatto per l'affare di Sarnelli. Vi prego a cooperarvici quanto potete per la gloria di Gesù Cristo. Per l'altra cosa poi del vescovado, gnore mio, non me lo nominate più, se non volete darmi proprio disgusto: mentre poi, ancorché riuscisse, io son pronto a rinunciare anche l'arcivescovado di Napoli, per attendere a questa grand'opera alla quale mi ha chiamato Gesù Cristo; la quale, se la lasciassi, io mi stimerei quasi per dannato, perché lascerei la chiamata che Iddio mi ha fatta conoscere con tanta evidenza. Onde vi


- 56 -


prego a non parlarne più, né con me, né con altri; tanto più, che nel nostro Istituto abbiamo per regola di dover rinunciare i vescovadi e tutte le dignità. Io non lascio di raccomandarvi a Gesù Cristo, e V. S. beneditemi sempre, acciocché sia fedele a quel Dio a cui devo tutto. Resto col baciarvi i piedi umilissimamente e cercarvi la santa benedizione. Viva Gesù, Giuseppe, Maria e Teresa!

Conforme all'edizione romana.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos