Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 60 -


33. ALLA MEDESIMA.

La esorta a distaccarsi dalle creature e le porge diversi avvisi riguardo alla condotta da tenere verso la sorella.

 

Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

 

CIORANI, 22 APRILE [1737.]

 

Figlia mia benedetta, ricevo due altre tue. Torno a dirti che per ora è impossibile il venir costì colla missione, perché siamo pochi e qui abbiamo tanto che fare che non possiamo arrivare. Oltre che, è nostra regola di non andar tanto lontano colle missioni, quando specialmente abbiamo luoghi vicini da farle.

Ti permetto che preghi Gesù Cristo, come S. Scolastica, ma ti proibisco tanta sollecitudine di vedermi e sentirmi. Ci può


- 61 -


bastare che ci rivediamo in Paradiso, per non dividerci mai dalla bella vista di Dio. Frattanto aiutiamoci coll'orazione e stiamo in pace. Solo Dio è quel bene da cui non possiamo star lontano. Le creature tutte son creature che ci raffreddano nell'amore del Sommo Bene, quando si desiderano con sollecitudine. E così io voglio giovarti a sempre più unirti a Gesù e non ad allontanartene; e perciò voglio da oggi avanti che in ciò stii più rassegnata.

Tanto mi consolo delle tenebre e disprezzi che seguitano. Oh volesse Dio che tra tutte le tenebre, abbandonati e disprezzati da tutti, amassimo e dessimo assai gusto a Gesù Cristo! Nelle tenebre poi ti avverto, nell'orazione, a stenderti assai a far preghiere a Gesù e Maria. Oh che bella orazione è cercar sempre a Gesù l'amore di Gesù!

Ti mando questi libretti divoti con alcune canzoncine fatte da me.

Circa tua sorella, è necessario che ne abbi tutta la cura per la sua salute spirituale. Se si potesse collocare, non importerebbe si perdesse qualche cosa nella vendita del territorio. Basta: bisogna averne cura ed informarti se, in casa della zia, ci pratica alcun parente o altri; perché, se ci pratica alcuno spesso, bisogna gridare, far fracassi e trovarci espediente. Fa tutto, ma con pace; e rimetti quello, che noi non possiamo rimediare, tutto in mano di Gesù.

Orsù, seguita a raccomandarmi assai a Gesù e Maria. Sappi che siamo pochi ed ora stiamo quasi tutti infermi. Fammi una novena a Maria Immacolata per la salute, e che ci mandi soggetti: allora potremmo venire colla missione.

Ti raccomando a far sempre atti di amore al Sacramento. Maria sia la nostra speranza, e Gesù il nostro amore! Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

 Umo ed obblmo servo

ALFONSO DE LIGUORI del SSmo Salvatore.

 

Conforme ad un'antica copia




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos