Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 67 -


37. AL P. D. GIULIO MAROCCO1 

in Caiazzo.

 

Il Santo si lagna del suo silenzio e gli comunica alcune notizie.

 

 Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

 

 CIORANI, 9 MARZO [1738].

 

Don Giulio mio caro, che cosa è questa, che ogni mille anni ci fai vedere una tua? La passata settimana, ci ritirammo dopo due mesi di missioni. Desideriamo di sapere come voi state e quando sarà la consolazione di rivederti, mentre venendo dalla santa Casa della Madonna, speriamo che te ne vieni qui a dirittura.

Abbiamo saputo che Columbrano2 già si è riunito colla moglie, per la quale unione Monsignore di Caiazzo sperava di ottenere il beneplacito per la fondazione. Vorrei che alto alto t'informassi, che cosa si fa, ma senza far intendere vostra richiesta.

Riveritemi D. Silvestro, ed Elisabetta; preghi Gesù e Maria per me, ch'io non mi scordo di essa. Riveritemi caramente Monsignore, e raccomandatemi a Gesù Cristo e Maria ogni mattina, specialmente alla Messa.

Qui già si mette mano alla chiesa. Speriamo di avere un buon soggetto napolitano; raccomandatelo a Gesù Cristo. Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

Vostro servitore e fratello in Gesù e Maria

ALFONSO DE' LIGUORI del SSmo Salvatore.

 

P. S. Già ti scrissi l'altra mia, che ora non si parla d'andare alla Madonna di Loreto. Viva Gesù e Maria!

 

Conforme all'originale che si trova a Francavilla Fontana presso, Mgr Francesco de Fazio, Prelato Domestico di S. S.

 




1 Il P. D. Giulio Marocco, dopo la forzata partenza dei Padri da Villa degli Schiavi, rimase a Caiazzo, sua patria, per trattare l'affare del loro ritorno.



2 II Principe Francesco Carafa, signore della Villa degli Schiavi, era stato avversario dei nostri. La principessa era una donna molto pia, e s'impegnò molto per far ritornare i nostri: si veda la lettera del 25 maggio 1759.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos