Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per attivare i link alle concordanze

- 226 -


713. AL P. D. PIETRO PAOLO BLASUCCI IN NAPOLI.

Sollecitudine del Santo per assicurare il mantenimento della Congregazione in Sicilia.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

ARIENZO, 25 MARZO 1773

Ho ricevuto la vostra, e godo che sia stato bene informato Mgr Testa; e spero che anche sia stato informato [Mgr Filippo Sanseverino] il confessore del Re; mentre [Mgr Antonio Guetthler] il confessore della Regina (a cui ho regalato l'opera mea, Delle eresie e che mi rispose con molta cortesia, dicendo averla letta quasi tutta) mi scrisse queste parole: siccome collo stesso piacere la servirò nelle emergenze della sua Congregazione; e, ritrovandomi in discorso con amici, non mancherò di farle giustizia.

Scriverò a Camporeale, quando me lo chiederete, ed agli altri, specialmente a Patrizio.

Quello che più importa, quando sarà venuta la relazione, è di informare pienamente i ministri; a questo fine Dio vi ha fatto venire in Napoli.

E buono D. Gaetano Celano; ma io vorrei che V. R. informasse di bocca sua i ministri, almeno Patrizio e Salomone, e specialmente de Marco.

E bene che il confessore della Regina ed il principe di Belmonte informino de Marco da parte del vescovo; ma io stimo bene che V. R. informi di persona de Marco. Quelli fanno autorità; ma non informano di ciò che più bisogna, come può fare V. R.

Il canonico Malizia mi ha promesso di farvi parlare da solo a solo in casa con de Marco, e Malizia ha una gran confidenza con de Marco.

Saranno più mesi che vi prego di andar a trovare Malizia e con lui informar de Marco; ma come vedo, ciò a V. R. non piace, e non so perché.


- 227 -


Ora ve lo torno a pregare; perché de Marco ci vuol bene, ed è certo che può molto aiutarci. Che ne sperate da Belmonte [e dal] confessore della Regina? Una parola, e passa.

Io non intendo quelle parole: Non compariamo per non renderci sospetti. Come non compariamo! quando siamo accusati di aver pigliata casa e rendite senza assenso?

Abbiate pazienza! Andate a Malizia ed a de Marco. Questa sarà la quinta o sesta volta che ve lo raccomando.

Godo degli esercizî a Sorrento1; ma da oggi innanzi vi prego a licenziarvi da tutte queste cose, e non prometter nulla senza mia licenza. Attendete solo al negozio di Girgenti.

Vi benedico.

Fratello ALFONSO.

[P. S.] Ho letta la relazione del vescovo [di Girgenti, Mgr Lanza]. E ben fatta; ma di ciò bisogna più a lungo informare i ministri e de Marco. Del resto, io sempre raccomando a Dio l'affare.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.




1 Il P. Blasucci avea scritto il 21 marzo al Santo: " Io son costretto di andare per otto giorni a Sorrento col P. Corrado per gli esercizî, compromessi a quell'arcivescovo che ci fiotta. Ora ho un poco di largo prima che venga l'accennata relazione del Viceré e passi alla Giunta di Sicilia ecc."




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos