Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per attivare i link alle concordanze

- 310 -


196. AL SIG. GIAMBATTISTA REMONDINI.

Lo prega di procurargli una Risposta del Patuzzi all'ultimo suo libro sul probabilismo, e gli determina le opere ascetiche da includersi nella raccolta che si vuol pubblicare.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

ARIENZO, LI 16 NOVEMBRE 1767.

 

Illmo Sig. Sig. mio e Pne colmo.

Già nell'altra mia, participai a V. S. Illma che il Sig. Oronzio Noè tenea già in mano il fagotto delle 200 Meditazioni, e da giorno in giorno le sto aspettando per via di Foggia.

Mi è stato detto che il P. Patuzzi ha fatta una nuova Risposta all'ultimo libro mio della Probabile, intitolato Dell'uso moderato. Mi dicono che in Napoli voleano far uscire questa


- 311 -


sua Risposta, ma che non ha potuto avere l'approvazione. Di più mi han detto che, dietro la Risposta, vi erano ancora certe Lettere critiche contra le altre mie opere.

Or se voleano far uscire in Napoli questa Risposta con queste Lettere, argomento che prima sieno state già stampate in Venezia. Prego pertanto V. S. Illma di procurarmi, se può. questa Risposta e queste Lettere critiche, almeno le Lettere; perché, se vedo che in qualche luogo ho fatto errore, voglio emendarmi. La prego di far fare questa diligenza, e mi avvisi poi il costo.

Voglio soggiungere qui un altro pensiero che mi è venuto in mente.

Nel corpo delle mie opere ascetiche, affin di evitare tanta spesa, V. S. Illma potrebbe lasciare di mettervi l'opera della Sposa di Gesù Cristo, come anche l'opera degli Esercizî a' preti, le quali sono più voluminose; tanto più che l'opera delle Monache già si è sparsa dappertutto. E potrebbe mettervi solamente l'opere picciole, cioè: l'Apparecchio alla morte, la Visita colli trattatini ivi aggiunti, le Glorie di Maria, la Novena di Natale cogli altri trattatini ivi aggiunti, il [Gran mezzo della] preghiera, la Via della salute, e quest'ultima che sto compiendo, la Pratica di amare Gesù Cristo, la quale forse, a mio giudizio, verrà la più divota ed utile di tutte quante l'altre.

Le ho voluto scrivere così con confidenza questo mio pensiero; del resto, V. S. Illma faccia come meglio le parerà.

Non altro; resto con tutto l'ossequio rassegnandomi

Di V. S. Illma

Divmo ed obblmo servitore vero

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma,

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos