Progetto EUGLOREH
LO STATO DI SALUTE NELL’UNIONE EUROPEA:
VERSO UN’EUROPA PIÙ SANA

SINTESI DEI RISULTATI

2. IL CONTESTO ALLARGATO DELLA SALUTE

Link:  Normali Evidenziati

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

2. IL CONTESTO ALLARGATO DELLA SALUTE

Al fine di comprendere meglio l’analisi sviluppata in questo Rapporto, nel considerare le condizioni del contesto che sottostanno agli sviluppi della salute nell’Unione Europea (UE), occorre tenere presenti diversi aspetti e andamenti che possono variare in maniera considerevole nei vari Stati Membri. Inoltre, è molto importante tenere in mente che la salute non è solo un costo per la Società, ma può contribuire largamente ai risultati economici nei Paesi ad alto reddito come gli Stati Membri dell’UE, attraverso quattro canali principali: 1) maggiore produttività; 2) maggiore disponibilità di forza lavoro; 3) migliori competenze, come risultato di un migliore processo di formazione e addestramento; 4) aumento dei risparmi disponibili per investimenti in capitale materiale ed intellettuale. Esistono prove significative a sostegno dell’importanza economica della salute per il mercato del lavoro dei Paesi economicamente avanzati. Oltre all’effetto diretto della salute sull’economia, vi è anche un impatto sull’economia del sistema sanitario, indipendente dal modo in cui il sistema sanitario influenza la salute. Essendo una della maggiori industrie dei servizi, la sanità rappresenta uno dei più importanti settori delle economie sviluppate, con un risultato attuale di circa il 7% del PIL nell’UE15, maggiore rispetto al 5% circa dei servizi finanziari o dei settori del commercio al dettaglio. Circa il 9% dei lavoratori dell’UE15 sono impiegati nel settore della salute e dei servizi sociali. Inoltre, la performance del settore della salute condiziona la competitività dell’economia generale attraverso i suoi effetti sul costo del lavoro, sulla flessibilità del mercato del lavoro e sull’allocazione delle risorse a livello macroeconomico (Figura 2.1 del Rapporto, v. oltre).

Per di più, e con uguale importanza, la salute e la sanità sono responsabilità sociali e societarie. L’equità e l’universalità, insieme al rispetto per i diritti umani, sono valori chiave in Europa. Una società civilizzata protegge e cura la salute dei suoi cittadini, come è in effetti dimostrato da molte politiche della Commissione o dei singoli Stati. Anche questo ha impatti economici benefici, dal momento che una società sana è maggiormente in grado di aver cura dei cittadini giovani, vecchi e disabili, ottimizzando la loro vita, ed una migliore salute del singolo riduce la di servizi per malattia e di sostegno. Assicurare la salute della popolazione è anche una misura di etica sociale, particolarmente nei confronti di bambini e persone vecchie, malate, disabili o svantaggiate, che pertanto non sono in una posizione sufficientemente forte da difendere la propria causa. Quindi il monitoraggio della salute della popolazione è un’importante forma di protezione di esigenze e diritti.