Progetto EUGLOREH
LO STATO DI SALUTE NELL’UNIONE EUROPEA:
VERSO UN’EUROPA PIÙ SANA

SINTESI DEI RISULTATI

9. SANITA’ PUBBLICA: POLITICHE E STRUMENTI DI CONTROLLO

«»

Link:  Normali Evidenziati

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

9. SANITAPUBBLICA: POLITICHE E STRUMENTI DI CONTROLLO

Tutti gli Stati Membri dell’UE stanno lottando per sviluppare e adottare politiche migliori per affrontare le sfide attuali, combattendo i fattori di rischio attraverso la promozione della salute; riducendo la prevalenza e l’incidenza di alcune malattie; assicurando attività di prevenzione più efficaci in diversi ambienti (a casa, a scuola, sul lavoro). Sono anche importanti gli sforzi per: 1) aumentare la copertura della popolazione; 2) impegnarsi sulle barriere finanziarie relative all’assistenza; 3) accentuare le attività di promozione e prevenzione rispetto all’assistenza terapeutica; 4) concentrarsi su barriere culturali o di altro tipo per l’uso dei servizi.

Molti Paesi hanno sviluppato strategie nazionali di sanità pubblica, accompagnate da obiettivi da raggiungere. Le strategie sono diverse, poiché riflettono il contesto nazionale e le scelte politiche, ma hanno anche molto in comune, ad esempio l’ampia enfasi su patologie che rappresentano cause principali di morte. Il concetto di strategie per la salute ha ripercussioni a livello internazionale. Nell’UE, dopo il Trattato di Maastricht del 1992, sono state identificate otto aree di priorità per programmi di azione comunitaria basati sul peso della malattia, il suo impatto socio-economico, il grado in cui è passibile di azioni preventive, e sulla valutazione se i programmi sarebbero validi e complementari per la pratica corrente negli Stati Membri. Queste aree sono state mantenute come prioritarie con piccoli cambiamenti nei Programmi di Sanità Pubblica generali lanciati successivamente dalla Commissione Europea sin dal 1997. Inoltre, la Commissione Europea ha prodotto, con l’aiuto degli Stati Membri, molti documenti strategici per controllare specifiche patologie o determinanti della salute.

Un Gruppo di lavoro ad hoc dello High Level Group su sanità e cure a lungo termine della Commissione ha sviluppato un metodo per stimare l’impatto di nuove politiche sui sistemi sanitari. Nel 2006 il gruppo di lavoro ha completato: uno strumento di valutazione su internet che incorpora un manuale per amministratori e il “cubo per la valutazione dell’impatto dei sistemi sanitari” (“health system impact assessment cube”); una valutazione delle politiche della Comunità su “Social Policy, Education, Vocational Training and Youth”. Il gruppo ha anche istituito una rete di esperti negli Stati Membri che possono dare consulenza sul loro sistema sanitario nazionale durante lo sviluppo delle valutazione delle politiche.