Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
didascalico 2
didicere 2
dido 11
didone 69
dié 2
diè 27
dieci 13
Frequenza    [«  »]
69 cagione
69 catone
69 corso
69 didone
69 ersilia
69 farmi
69 fedeltà
Pietro Metastasio
Raccolta di opere

IntraText - Concordanze

didone

                                                  grassetto = Testo principale
                                                  grigio = Testo di commento
Didone abbandonata
   Parte, Capitolo
1 | DIDONE ABBANDONATA~ ~ 2 arg | ARGOMENTO~ ~Didone vedova di Sicheo, uccisole 3 arg | ricevuto e ristorato da Didone, la quale ardentemente se 4 arg | nuova Troia. Partì Enea, e Didone disperatamente si uccise. 5 arg | Cartagine dopo la morte di Didone; e che Anna di lei sorella ( 6 arg | Iarba, curioso di veder Didone, s'introduca in Cartagine 7 int | INTERLOCUTORI~ ~DIDONE, regina di Cartagine, amante 8 int | Arbace. ~SELENE, sorella di Didone ed amante occulta di Enea. ~ 9 int | Selene.~OSMIDA, confidente di Didone.~ ~La scena si finge in 10 at1, 1| trasporta altrove.~So che m'ama Didone;~pur troppo il so; né di 11 at1, 1| abbandoni il tuo bene,~morrà Didone (e non vivrà Selene).~OSM. 12 at1, 2| Scena seconda - Didone, Enea, Selene, Osmida~ ~ 13 at1, 2| Enea, Selene, Osmida~ ~DIDONE Enea, d'Asia splendore,~ 14 at1, 2| ha cancellata Amore?~ENEA Didone alla mia mente,~giuro a 15 at1, 3| Scena terza - Didone, Selene, Osmida~ ~DID. Parte 16 at1, 4| Scena Quarta - Didone, Osmida~ ~DID. Venga Arbace 17 at1, 5| quinta - Araspe, Iarba, Didone, Osmida~ ~ARASPE (Vedi, 18 at1, 5| son Iarba, e re non sono).~Didone, il re de' Mori~a te de' 19 at1, 5| e bella).~Ti rammenta, o Didone,~qual da Tiro venisti, e 20 at1, 5| sdegnato.~IARBA Pensa meglio, o Didone. ~DID. Ho già pensato.~Son 21 at1, 6| sdegni tuoi compagno e guida.~Didone in me confida,~Enea mi crede 22 at1, 6| avrai.~OSM. Sia del tuo re Didone, a me si ceda~di Cartago 23 at1, 9| Lascia di sospirar. Sola Didone~ha ragion di lagnarsi al 24 at1, 9| SEL. Abbiam l'istesso cor Didone ed io.~ENEA Tanto per lei 25 at1, 11| offese?~IARBA Gli affetti di Didone~al mio signor contende;~ 26 at1, 16| Scena sedicesima - Osmida, Didone, Araspe, Enea~ ~OSM. Siam 27 at1, 17| Scena diciassettesima - Didone, Enea~ ~DID. Enea, salvo 28 at1, 17| ENEA Fin ch'io viva, o Didone,~dolce memoria al mio pensier 29 at1, 17| insano,~richiamerai la tua Didone in vano.~ENEA Se mi vedessi 30 at2, 3| Scena terza - Didone, Osmida, Selene~ ~DID. Già 31 at2, 4| Scena quarta - Didone, Enea~ ~DID. Come! Ancor 32 at2, 9| di favellar di lui. Brama Didone~teco parlar. ~ENEA Poc'anzi~ 33 at2, 9| a me «cor mio»?~SEL. È Didone che parla, e non son io.~ 34 at2, 9| chiami tuo bene?~SEL. È Didone che parla, e non Selene.~ 35 at2, 11| Scena undicesima - Didone, Enea~ ~DID. Incerta del 36 at2, 11| tua fedele:~è pietà con Didone esser crudele.~ENEA Ch'io 37 at2, 12| dodicesima - Iarba, Enea, Didone~ ~IARBA Didone, a che mi 38 at2, 12| Iarba, Enea, Didone~ ~IARBA Didone, a che mi chiedi?~Sei folle, 39 at2, 12| IARBA Troppo tardi, o Didone,~conosci il tuo dover. Ma 40 at2, 13| Scena tredicesima - Didone, Iarba~ ~DID. Senti. ~IARBA 41 at2, 14| Scena quattordicesima - Didone~ ~DID. E pure in mezzo all' 42 at3, 6| in vano.~SEL. Ma che farà Didone? ~ENEA Al partir mio~manca 43 at3, 6| a noi t'involi,~non sol Didone, ancor Selene uccidi.~ENEA 44 at3, 8| Scena ottava - Didone, Osmida~ ~DID. Va crescendo~ 45 at3, 9| Scena nona - Selene, Didone, Osmida~ ~SEL. Oh Dio, germana!~ 46 at3, 10| Scena decima - Selene, Didone~ ~SEL. Ah non fidarti: Osmida~ 47 at3, 11| Scena undicesima - Didone, Araspe, Selene~ ~DID. Araspe 48 at3, 12| Scena dodicesima - Didone, Osmida~ ~DID. Osmida. ~ 49 at3, 13| tredicesima - Araspe, Selene, Didone~ ~ARA. Al tuo periglio~pensa, 50 at3, 13| Al tuo periglio~pensa, o Didone. ~SEL. E pensa~a ripararne 51 at3, 14| quattordicesima - Araspe, Didone~ ~ARA. E tu qui resti ancor? 52 at3, 15| Scena quindicesima - Didone, Osmida~ ~DID. I miei casi 53 at3, 16| Scena sedicesima - Selene, Didone, Osmida~ ~SEL. Fuggi, o 54 at3, 17| diciassettesima - Iarba, Didone, Selene, Osmida~ ~IARBA 55 at3, 17| Debole mi volesti? Ecco Didone~ridotta al fine a lagrimar. 56 at3, 17| Soccorso, o dei!)~IARBA E pur, Didone, e pure~sì barbaro non son, 57 at3, 18| diciottesima- Osmida, Selene, Didone~ ~OSM. Cedi a Iarba, o Didone.~ 58 at3, 18| Didone~ ~OSM. Cedi a Iarba, o Didone.~SEL. Conserva con la tua 59 at3, 19| Scena diciannovesima - Didone, Osmida~ ~OSM. Crescon le 60 at3, 20| Scena ventesima e ultima - Didone~ ~DID. Ah che dissi, infelice! 61 at3, 20| Dicendo l'ultime parole corre Didone a precipitarsi disperata Lettere Capitolo
62 26 | divertimento reale; che la Didone abbia potuto esser eletta, 63 33 | sue lagrime, i deliri di Didone col senno che si suppone 64 59 | di scusa.~Ho ridotto la Didone e la Semiramide in forma 65 65 | gran parte. Son questi la Didone, l'Adriano, la Semiramide Lettere Lettera
66 [Titolo] | divertimento reale; che la Didone abbia potuto esser eletta, 67 [Titolo] | sue lagrime, i deliri di Didone col senno che si suppone 68 [Titolo] | di scusa.~Ho ridotto la Didone e la Semiramide in forma 69 [Titolo] | gran parte. Son questi la Didone, l'Adriano, la Semiramide


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License