La bancarotta, o sia il mercante fallito
   Atto, Scena
1 2, 12| Aspettè, xe a bonora. Lasseme gòder un poco la vostra compagnia.~ La bottega da caffè Atto, Scena
2 1, 1| altri,~~Vestir in gala e gòder dei pacchietti,~~Ghe vuol Il bugiardo Atto, Scena
3 2, 14 | terrazzino.~BRIG. Stemo qua a gòder la scena.~FLOR. Andiamo, Chi la fa l'aspetta Atto, Scena
4 1, 11 | despiase che ancuo no posso gòder sta bella compagnia.~LISS. Il cavalier di buon gusto Atto, Scena
5 2, 9 | Ottavio?~PANT. Anca mi, a gòder delle grazie de sto cavalier.~ La cameriera brillante Atto, Scena
6 1, 4 | seccature. Vegno in campagna per gòder la mia libertà, no vôi visite, Le donne curiose Atto, Scena
7 3, 9| giustificà, e che le ne lassa gòder in pase tra de nu, senza Le donne gelose Atto, Scena
8 3, 10| Caro vu, adesso lasseme gòder sto ben, che me fazza pro.~ Il genio buono e il genio cattivo Atto, Scena
9 1, 2 | facoltà e el poder de farme gòder ste belle cosse, sti bei 10 1, 2 | Sento. Ma come podémio gòder ste belle cosse, se semo Il giuocatore Atto, Scena
11 1, 1| lumi, avrir le finestre, e gòder el sol.~FLOR. Come? È giorno?~ Una delle ultime sere di carnovale Atto, Scena
12 1, 2 | sfadigarse co se ghe , e gòder i amici ai so tempi, alle 13 3, 13 | volerme ben. Andémo, fenimo de gòder una de ste ultime sere de 14 3, 13 | vualtri, che avezzi a gòder de le belissime sere de Le massere Atto, Scena
15 1, 9 | ANZOLETTO:~~~~Voggio gòder, per diana. Me voggio sbabazar.~~ 16 2, 9 | far zo i nostri paroni,~~E gòder el bon tempo a spalle dei Componimenti poetici Parte
17 TLiv | alta l’ho volesta tor,~Per gòder l’aria bona, e star lontan, ~ 18 TLiv | ghe preme e che ghe piase ~Gòder el mondo, e trova in fin Il raggiratore Atto, Scena
19 3, 14| ARL. Voggio andarmelo a gòder anca mi sior Conte. Oh, I rusteghi Atto, Scena
20 1, 5 | dise mo, che nu no savemo gòder.~MAURIZIO Poverazzi! ghe 21 2, 4 | son zovene me la voggio gòder. (a Marina) Ma no gh'è altro; Torquato Tasso Atto, Scena
22 3, 6 | via.~~~~~~TOM.~~~~(Lo vôi gòder sto matto). (da sé.) La L'uomo di mondo Atto, Scena
23 1, 12| che omo che son; me piase gòder el mondo.~LUC. Basta, io 24 2, 7| son zovene, me la voggio gòder. Da qua un per de anni, Il vecchio bizzarro Atto, Scena
25 1, 2 | Ste otto lire le vago a gòder all'ostaria. Semo quattro La moglie saggia Atto, Scena
26 1, 18| scrive, e mi stago qua a gòder el fresco. Ho un sonno che
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License