Carlo Goldoni
La fiera di Sinigaglia

ATTO PRIMO

SCENA UNDICESIMA   Camera della Locanda.   Giacinta sola.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA UNDICESIMA

 

Camera della Locanda.

 

Giacinta sola.

 

 

Oh! la Fiera quest'anno

È andata male assai;

Profitto più meschin non ebbi mai.

Se quel povero Orazio

Non mi avesse aiutato,

Di me che saria stato? Egli, meschino,

Fa quel che può, ma temo

Che poco ancora possa andare innanti,

Che stia male di roba e di contanti.

In questa mia locanda

Non si vedono più quei soggettoni

Che spendeano i dobloni...

Sento gente. Chi è qui? Oh, il conte Ernesto.

Che vuol quello spiantato?

Affé, ch'è accompagnato

Da quella forastiera. Oh, questa è vaga!

Non la voglio alloggiar se non mi paga.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License