Carlo Goldoni
La calamita de' cuori

ATTO PRIMO

SCENA QUARTA   Gabinetto.   Bellarosa sola

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Gabinetto.

 

Bellarosa sola.

 

 

Donne belle, che bramate

Preda far de' cuori amanti,

Ne volete? Io ne ho tanti,

Che di lor non so che far.

 

In verità, quando ci penso, io rido:

Tutti mi corron dietro,

Tutti vogliono me. M'amano tutti;

E pur sicuramente

Non mi servo di studio artificiale:

Tutto quel ch'ho di buono, è naturale.

Procuro con giudizio

Di dar nel genio a chi trattar mi vuole.

Buone grazie e parole,

A tutti ne dispenso.

E sian belli o sian brutti,

O da vero o da scherzo, io lodo tutti.

Questo è quel che mi giova

A far ch'io sia stimata e ben veduta

Dove son forastiera e sconosciuta.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License