Carlo Goldoni
La conversazione

ATTO PRIMO

SCENA SECONDA   Madama Lindora, Donna Berenice, Don Filiberto, Lucrezia e Sandrino

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Madama Lindora, Donna Berenice, Don Filiberto, Lucrezia e Sandrino

 

MAD.

Veramente, signori,

Far la critica a tutti io non costumo;

Ma il signore don Fabio

Dir si potrebbe il Cavalier del Fumo.

SAN.

Dite ben, dite bene;

Lo stato del meschin non ci è nascosto:

Egli il fumo coltiva, ed io l'arrosto.

MAD.

Nominando l'arrosto,

Mi ha fatto sovvenir che ho da pregarvi

Che vogliate degnarvi

Quest'oggi in casa mia,

Che mangiamo la zuppa in compagnia.

SAN.

Sì, verrò volentieri,

Ma tutti anch'io v'invito

Per un'altra mattina ad un convito.

Frattanto permettete

Ch'io mandi questa mane

Per i miei servitori

Quattro casse di vini e di liquori.

 

Son generoso,

Non fo parole,

Dono i zecchini

A chi ne vuole.

I miei danari

Li fo saltar.

Se un bel visetto

Mi fa d'occhietto,

Cento dobloni

Gli vuò donar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License