Carlo Goldoni
La conversazione

ATTO SECONDO

SCENA QUARTA   Madama, poi Giacinto

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Madama, poi Giacinto

 

MAD.

Poveri innamorati!

Li compatisco affé.

Farò per lor quel che vorrei per me.

GIAC.

Ah Madama, ah Madama!

MAD.

Che c'è, signor Giacinto?

GIAC.

Oh, che vin di Borgogna!

In Borgogna medesima

Meglio non ne ho trovato,

Meglio non ne ho bevuto in vita mia.

Ei m'ha messo in vigore e in allegria.

MAD.

Ho piacer che sia buono.

GIAC.

È perfettissimo. (traballando un poco)

MAD.

Forti, forti, signore.

GIAC.

Io? Son fortissimo.

Ah Madama, Madama,

Quivi che cosa fate?

Perché ci abbandonate?

MAD.

Son venuta

Per un picciolo affare.

GIAC.

Eh, vi ho capito.

Sia detto in confidenza, (traballando)

Alterata col vin la luminaria,

Siete fuori venuta a prender aria.

MAD.

Bravo, così va detto.

Io sono un po' alterata;

Voi siete sincerissimo.

GIAC.

Io? cospetto di Bacco! io son sanissimo.

Sono stato capace a' giorni miei,

Io solo contro sei,

Fare a chi beve più. Ciascun di loro

Cadde dal vino oppresso,

Ed io forte restai qual sono adesso. (traballando)

MAD.

È una gran maraviglia!

GIAC.

In Inghilterra

Ho bevuto in un giorno

Due fiaschi d'acquavite; e in Alemagna

Quattordici bottiglie di sciampagna.

In Parigi ad un pranzo

Questo stomaco mio si trangugiò

Un barile di vino di Bordò.

E a Vienna tracannai

Tanto vin di Tokai,

Che poteva bastar per un congresso;

E pur sano restai qual sono adesso. (traballando)

MAD.

Saldi, signor, non mi cascate addosso.

GIAC.

So quel che io faccio e traballar non posso.

 

Viva Bacco, il dio del vino,

Che consola il nostro cor.

Oh, che caldo malandrino!

Io mi sento un fiero ardor.

Presto, presto, mi abbisogna

Del buon vino di Borgogna,

Che mi renda il mio vigor.

Ah, Madama, ho tanta sete.

Ma son forte, lo vedete:

Quattro salti posso far,

E mi sembra di volar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License