Carlo Goldoni
La guerra

ATTO PRIMO

SCENA QUARTA   Don Fabio e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Don Fabio e detti

 

FAB. Amici, il Generale ha intimato un consiglio di guerra. Sono già ragunati nelle sue tende tutti gli ufficiali dello stato maggiore, e vuole che tutta l'altra ufficialità stia sull'armi.

FERD. Sapete di che si dee trattar nel consiglio?

FAB. Trattasi di deliberare l'assalto generale della piazza nemica. (odesi il tamburo) Andiamo. (parte)

CON. All'assalto, all'assalto. (corre via saltando)

CIR. All'assalto, all'assalto. (saltando colla sedia)

FERD. Al cimento. (parte)

FAU. Alla gloria. (parte)

CIR. Ehi, favoritemi le mie stampelle. (ad Aspasia)

ASP. Eh via, don Cirillo. Voi siete esente dalle fatiche. Riposatevi, che ne avete bisogno.

CIR. Datemi le mie stampelle. (con sdegno)

ASP. Non vi voglio dar niente. (parte)

CIR. Maledettissima. voglio andare al fuoco, al cimento, alle cannonate. (saltando colla sedia, e parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License