Carlo Goldoni
Filosofia e amore

ATTO SECONDO

SCENA OTTAVA   Cortile.   Xanto ed Esopo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA OTTAVA

 

Cortile.

 

Xanto ed Esopo

 

ESO.

Tant'è, signor padrone,

Fate quel che vi dico.

Fingetevi ammalato. In su la sedia

Ponetevi a sedere in aria mesta,

E lasciate operare alla mia testa.

XAN.

Ah Esopo mio, pavento

Trovar quel che mi spiace. Fin ch'io dubito

Del cuor di Menalippe,

Fra speranza e timor mi serbo in vita;

Se la scopro infedel, per me è finita.

ESO.

E ben, finita sia.

Buona filosofia,

Lo sapete voi pure, insegna e dice:

Meglio è morir, che vivere infelice.

XAN.

È vero; ai miei scolari

Sprezzar la vita vo insegnando anch'io,

Ma vorrei prolungare il viver mio.

ESO.

Sì, capisco; voi fate

Come il medico saggio,

Che il vino buono proibisce altrui,

Ed il vino miglior cerca per lui.

XAN.

L'universal natura

Sussistere procura; e il scioglimento

Deve all'umanità recar tormento.

ESO.

È ver, l'accordo anch'io;

Né col consiglio mio

Procurarvi la morte ora pretendo,

Ma che viviate più felice intendo.

XAN.

Ma se perdo colei...

ESO.

Oh via, tacete;

Se filosofo siete,

La donna amate fino a un certo segno,

Ma l'amore non sia di Xanto indegno.

XAN.

Tu mi sgridi a ragion. Son qui, farò

Tutto quello che vuoi; non mi opporrò.

ESO.

Ponetevi a sedere.

XAN.

Ecco, mi siedo.

ESO.

Fingete d'aver male.

XAN.

Ed un filosofo

Finger dovrà?

ESO.

Davvero

Ridere voi mi fate.

Sincerità vantate,

E un filosofo scaltro si procura

La sua fama maggior coll'impostura.

XAN.

Sei più furbo di me...

ESO.

Zitto, vien gente;

Fate quel che vi ho detto,

E vedrete fra poco il buon effetto.

Presto, presto, accorrete, (va verso la scena)

Il povero padrone

È vicino a morir.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License