Carlo Goldoni
L'isola disabitata

ATTO PRIMO

SCENA DODICESIMA   Valdimonte solo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DODICESIMA

 

Valdimonte solo.

 

 

Povera donna! In fatti

Siamo noi colle donne mezzi matti.

Subito che si vede

Un volto che non sia d'amore indegno,

L'uomo subito forma il suo disegno;

E tante volte e tante,

Brutta o bella che sia, talun si trova

Che non cerca di più, se è cosa nuova.

 

A chi piace un bel labbro ridente;

A chi piace severa beltà.

Chi vorrebbe la donna languente,

Chi furbetta cercando la va.

A me piaccion le femmine tutte,

Non mi preme sian belle, sian brutte.

Quel che al core piacere mi ,

È in amore la mia libertà. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License