Carlo Goldoni
L'isola disabitata

ATTO SECONDO

SCENA OTTAVA   Valdimonte solo, poi Guardie

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA OTTAVA

 

Valdimonte solo, poi Guardie.

 

 

L'idea non mi dispiace.

Senza carri e cannoni,

Di grosse travi è il padiglion formato:

Se Panico c'incappa, egli è schiacciato.

Nasca quel che sa nascere. Proviamo.

Ehi, guardie. Immantinente (alle Guardie che arrivano)

Fate cader quel padiglione a terra.

Cada precipitando.

Non lo dite a nessuno: io vel comando. (Le Guardie partono)

Questi da me dipendono;

Della loro fedeltà son sicurissimo,

E lo faran prestissimo. Panico disgraziato,

Ci sei pur capitato. (cade il padiglione)

Bravi davvero! è il padiglion caduto;

C'è restato il briccone.

UNA VOCE DI DENTRO

Aiuto, aiuto.

VAL.

Grida aiuto il villano,

Ma lo domanda invano.

Stattene , ch'io non ci penso un cavolo.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License