Carlo Goldoni
La mascherata

ATTO SECONDO

SCENA QUARTA   Aurelia e Leandro

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Aurelia e Leandro

 

AUR.

Silvio assai gentilmente

Con graziosi concetti

Rimprovera da scaltro i miei sospetti.

LEAN.

Infatti non può darsi

Pena più aspra e ria

D'una importuna, ingiusta gelosia.

AUR.

Ma come s'ha da fare,

Quando s'ama davvero,

A non esser gelosi?

LEAN.

Io vel dirò,

Se ascoltarmi vorrete.

AUR.

Ascolterò.

 

LEAN.

Chi crede il bene

Il mal non vede:

Sta nella fede

La nostra pace.

Chi si compiace

Di veder tutto,

Amaro frutto

Riporterà.

Se Silvio v'ama,

Se voi l'amate,

Che più bramate?

Siate discreta,

Più non temete,

E goderete

Felicità. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License