Carlo Goldoni
Il mondo della luna

ATTO SECONDO

SCENA NONA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Lisetta, poi Bonafede

 

LIS.

Quello è il padrone? È lui.

Non capisco la sua caricatura.

Oh che moda graziosa! oh che figura!

BON.

Lisetta, oh ben venuta.

Tu ancor sei qui con noi?

Fortunata davver chiamar ti puoi.

LIS.

Ma dove siam?

BON.

Nel Mondo della Luna.

LIS.

Mi volete ingannar?

BON.

No, te lo giuro:

Questo è il Mondo Lunar, te l'assicuro.

LIS.

Adunque sarà vero

Che una nuvola qui m'avrà portata.

BON.

Sei stata fortunata.

Perch'io ti porto amore,

Sei venuta a godergrande onore.

LIS.

Ma qui che far dovrò?

BON.

Quello che devi far, t'insegnerò.

Tu devi voler bene al tuo padrone.

LIS.

E non altro?

BON.

Tu devi

Fargli qualche carezza!

LIS.

Lo sapete, signor, non sono avvezza.

BON.

Credi forse che qui

Si faccian le carezze

Con la malizia che si fan da noi?

Qui ognuno si vuol ben con innocenza,

E sbandita è quassù la maldicenza.

LIS.

Oh, se fosse così, saria pur bello

Questo Mondo Lunar!

BON.

Credilo, è tale.

LIS.

Questo mi piace assai.

BON.

Vien qua, Lisetta,

Dammi la tua manina.

LIS.

Oh signor no!

BON.

Perché?

LIS.

Perché non so

Se nel vostro operar vi sia tristizia.

BON.

Eh, qui tutto si fa senza malizia.

LIS.

Quand'è così, prendete.

BON.

Oh cara mano! (la stringe)

LIS.

Piano, signore, piano.

Voi me l'avete strettafurioso,

Che mi parete alquanto malizioso.

BON.

Io sono innocentino,

Credi, Lisetta mia, come un bambino.

LIS.

(Che caro bambinello!

Egli è tanto innocente quanto è bello).

BON.

Che dite? ch'io son bello?

LIS.

Signor sì.

BON.

Quando lo dite voi, sarà così.

LIS.

pazzo più che mai).

BON.

Via, Lisettina,

Datemi un abbraccino...

LIS.

Oh questo no.

BON.

Senza malizia già v'abbraccerò.

LIS.

Quando fosse così...

BON.

Così sarà.

LIS.

Non mi fido.

BON.

Pietà.

LIS.

Se pietà mi chiedete,

Malizioso voi siete.

BON.

Ah, malizia non ho.

LIS.

Ma cos'è quel sospiro?

BON.

Non lo so.

 

Non aver di me sospetto,

Malizioso io non ho il core.

LIS.

Vi conosco, bel furbetto,

Malizioso è il vostro amore.

BON.

Non è ver.

LIS.

Non me ne fido.

BON.

Son pupillo.

LIS.

Io me ne rido.

BON.

Via, carina, - una manina.

LIS.

No, non voglio.

BON.

Oh crudeltà!

Come fo alla mia cagnina,

Le carezze io ti farò.

LIS.

Ed io qual da una gattina,

Le carezze accetterò.

BON.

Vieni, o cara barboncina.

LIS.

Vieni, o bella piccinina.

BON.

Vien da me, non abbaiar.

LIS.

Frusta via, mi vuoi graffiar.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License