Carlo Goldoni
Il paese della cuccagna

ATTO PRIMO

SCENA QUINTA   Pandolino, Pollastrina e li due Uomini suddetti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Pandolino, Pollastrina e li due Uomini suddetti.

 

PAND.

Ahi, mi porta via il core!

POLL.

Oimè, mi sento

Quasi svenir.

PAND.

Se fosti maritata,

Questa volta faresti la frittata.

POLL.

Andiam dietro di loro.

PAND.

Andiam. Ma piano.

Che mai dovrem giurar?

POLL.

Per me son pronta,

Per vivere e mangiare,

In mezzo a mille squadre

Giurar che non son figlia di mio padre.

PAND.

Avverti sopra tutto

Ch'esser devi mia sposa.

POLL.

Già si sa.

PAND.

Che sei dalla tua patria

Partita con tua madre e tuo fratello,

Per venirti a sposar al mio paese.

POLL.

Tutto ciò non mi scordo.

PAND.

E che non devi

Lasciar me per un altro.

POLL.

Vi s'intende.

PAND.

E avverti sopra tutto,

Se volesse qualcuno

Star teco in compagnia,

Di non darmi tormento e gelosia.

POLL.

Tu lo sai, Pandolino,

S'io stata sempre sono

Delle più modestine e più ritrose:

Ma la fame fa far delle gran cose.

 

Innocente sai che sono,

Sai che sono modestina...

Son ritrosa; poverina,

Tu vuoi farmi... Già m'intendi,

Tu vuoi farmi delirar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License