Carlo Goldoni
Componimenti poetici

IL QUARESIMALE IN EPILOGO DEL PADRE GIACOMO CATANEO

PREDICA XXI Dell’Anima.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

PREDICA XXI

Dell’Anima.

 

1 Bella, e molto piace al suo Fattore.

2 Preziosa, e molto costa al suo Fattore.

3 Eterna, e molto preme al suo Fattore.

 

SONETTO

 

Dio, che dentro di sé gode sé stesso,

Fuor di sé ricercando un vago oggetto

Che degno fosse del divino affetto,

L’alma formò col suo sembiante impresso.

Ma ribellata con enorme eccesso,

E cangiato in deforme il primo aspetto,

L’amante Creator trovossi astretto

A riformarla un col sangue istesso.

Volle morir, ed oh qual morte atroce

Precorsa da flagelli, e chiodi, e spine,

Umiliato patì sull’aspra Croce!

Eterna è l’alma, e non avrà mai fine:

Questo solo pensier, fatto feroce,

Tutte impegnò le gelosie divine.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License