Carlo Goldoni
Componimenti poetici

IL QUARESIMALE IN EPILOGO DEL PADRE GIACOMO CATANEO

PREDICA XXXI Della Predestinazione.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

PREDICA XXXI

Della Predestinazione.

 

1 Il presumere è male.

2 Il disperarsi è peggio.

3 Il sperar e operar bene è sicuro.

 

SONETTO

 

Con un puro voler, libero, interno,

Alla Gloria prelesse il pio Signore

Gl’uomini tutti; ed è superbo errore

Dir ch’è figlio del merto un bene eterno.

L’alta pietà del facitor superno

A tutti dona il suo divin favore,

Né già può darsi varietà d’amore

Nel fecondo di Lui seno paterno.

Si speri, ed il sperar sia tutto in Dio,

Si terna, ed il timor sia di sé stesso,

E con l’opre s’adorni il bel desìo.

Vi è Ciel, vi è Inferno, e vi è decreto espresso,

Ch’uno al giusto s’aspetta, e l’altro al rio;

Secondo il merto è il guiderdon promesso.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License