Carlo Goldoni
Il signor dottore

ATTO PRIMO

SCENA NONA   La Contessa, poi Bernardino

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

La Contessa, poi Bernardino

 

CONT.

È ridicolo invero, e mi consolo

Che sarà, come il padre, anche il figliuolo.

BERN.

Salve, domina mea.

CONT.

Serva, signore.

Mi consolo con voi, signor dottore.

BERN.

Gratulor etiam tibi.

CONT.

Questo è latin sermone.

BERN.

Frase di Marco Tullio Cicerone.

CONT.

Veramente si vede

Quanto avete studiato.

BERN.

Sono, domina mea, son laureato,

Nemine dissentiente,

Penitus, penitusque discrepante.

Si presenta un dottore al bel sembiante.

CONT.

Ma io certi latini

Molto non li capisco.

BERN.

Comitissa gentil, vi compatisco.

Mihi, si honorem dabis Docere te.

CONT.

Parlatemi italiano.

BERN.

Da che son dottorato,

Il parlare volgar me l'ho scordato.

CONT.

Come farete adunque

Parlar col padre e colle genti in casa?

BERN.

Jam facultatem habui

Repetere, docere,

Glossare, disputare,

E degli altri dottori etiam creare.

Farò dottor mio signor padre, e poi

Vi farò dottoressa ancora voi.

CONT.

Questo per me sarebbe

Un onor sovragrande.

BERN.

Ah, per voi, Comitissa, Pulchra, nobilis, sapiens,

Omni virtute plena,

Starei senza pranzare e senza cena.

CONT.

(Possibil che costui

Che così sciocco io vedo

Abbia avuta la laurea? Io non lo credo).

BERN.

Deh permettete, o cara,

Quod in signum amoris. (vuol abbracciarla)

CONT.

Signor, con sua licenza, (respingendolo)

Codesta è un'insolenza;

E in fra le facoltà del dottorato,

Codesta autorità non vi hanno dato.

BERN.

Domina mea, perdono.

Famulus vester sono.

Mecum non vi adirate;

Nec pulchritudo tua careat pietate.

 

Voi siete bella come una stella,

Siete brillante come un diamante,

Rosa nel volto, giglio nel sen.

Ma come stiamo dentro nel core?

Son galantuomo, sono un dottore,

So colle donne quel che convien.

Venere bella, diva dell'etera,

Ecate, Diana, Luna etecetera.

Siete l'eclittica del ciel d'amor,

Siete il barometro di questo cor. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License