Carlo Goldoni
La sposa persiana

ATTO SECONDO

Scena Quinta. Fatima sola

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Quinta. Fatima sola

 

Misera me, che sento? Qual rio serpe geloso

Prevenuto ha il momento da scoprirmi allo sposo?

Negletta s’io mi vedo per una schiava audace,

Come tacer penando? come soffrirlo in pace?

E se un divorzio ingrato mi torna al genitore,

Qual menerei mai vita tra il dispetto e il rossore?

Ah mi lusingo ancora! Eccolo; giusti Dei,

Piacessi agli occhi suoi, come egli piace ai miei.

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License