Carlo Goldoni
La sposa sagace

ATTO SECONDO

SCENA SETTIMA   Donna Petronilla,  don Policarpio,  poi il Duca di Belfiore

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Donna Petronilla,  don Policarpio,  poi il Duca di Belfiore.

 

POL.

Chi è questo signor Duca? (mescolando il brodo)

PET.

È il duca di Belfiore,

Un cavalier gentile che ha un bellissimo cuore,

Che ha per me della stima.

POL.

Vuole il brodo, signora? (mezzo arrabbiato)

PET.

Non vedete che fuma? mescolatelo ancora.

POL.

Bene, come comanda. (seguita a mescolare)

DUCA

Signora, a voi m'inchino.

PET.

Serva.

POL.

Servo divoto.

PET.

Da sedere al Duchino.

POL.

Chi è di ? (chiamando)

PET.

Maladetti! non sanno i dover suoi.

POL.

Servitori, una sedia. (chiamando)

PET.

Portategliela voi. (a don Policarpio)

DUCA

No, farò io...

PET.

Fermatevi; (al Duca) favorite, signore. (leva la tazza di mano a don Policarpio)

Mi farà la finezza il duca di Belfiore. (presenta il tondo colla tazza ed il cucchiaro al Duca)

POL.

Perché a lui quest'incomodo? (a donna Petronilla)

DUCA

Servirla è mio dovere. (mescolando il brodo)

POL.

Ehi, Moschino. (chiamando)

MOS.

Comandi.

POL.

Portagli da sedere. (Moschino da sedere al Duca, e parte)

DUCA

Par che sia raffreddato.

POL.

Anch'io lo crederei. (vuol prendere la tazza)

PET.

Mi favorisce il Duca. (a don Policarpio)

POL.

Quello che piace a lei. (siede)

PET.

Ora non si può bere, ch'è troppo raffreddato.

POL.

Ma! vuol tutto a suo modo.

PET.

Oh, mi avete seccato.

POL.

Non parlo più.

PET.

Chiamate. (a don Policarpio)

POL.

Vuol forse riscaldarlo?

PET.

E se io lo volessi?

POL.

Comandi pur, non parlo.

Ehi! (chiamando)

PET.

Nessuno risponde; di già ne sono avvezza.

Caro signor consorte, mi faccia una finezza:

Vada con questa tazza ad ordinare al cuoco

Che dentro a un pentolino me lo riscaldi un poco.

POL.

Qualcheduno verrà.

PET.

Se ella non fa il piacere,

Pria di due ore almeno non lo potremo avere.

Sdegna di favorirmi?

POL.

Subito me ne vo.

Ma quando anch'io la prego, non mi dica di no. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License