Carlo Goldoni
Torquato Tasso

ATTO QUARTO

SCENA QUARTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Sior Tomio, poi donna Eleonora.

 

TOM.

Me n'accorzo anca mi, che gnente el xe curioso;

El smania per saver, l'è fanatico ansioso.

Più de quel che saveva, da lu non ho savesto;

Ma za che la sia quella persuasissimo resto.

La parla in so favor, la gh'ha nome Leonora,

Donca concluder posso... chi xe st'altra signora?

D.EL.

Vo' andar dove mi pare. Dove s'è mai udito

A numerar i passi alla moglie il marito? (verso la scena.)

TOM.

(La cria con don Gherardo: che la sia so muggier?)

D.EL.

(Oh questa sì ch'è bella! vuol veder, vuol saper).

TOM.

Patrona.

D.EL.

Serva sua.

TOM.

In collera? con chi?

D.EL.

(Che indiscreto!)

TOM.

La diga, se pol?...

D.EL.

Eccolo qui.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License